The news is by your side.

Eccellenza/ Il Vieste oggi ad Altamura continua la caccia al primato

12

Un vero miracolo il campionato dei garganici in Eccellenza. OndaGol dalle ore 14,25.

 

 Non si sa se sia più giusto dire che oggi 1’Atletico Vieste affronta l’Altamura o, al contrario, il Mola. Sì, perché gli avversari dei garganici che saranno impegnati nell’alta Murgia, per 9/11 provengono proprio dal Mola dove, a di­cembre, s’è verificata una vera e propria diaspora di giocatori verso l’Altamura. Sia come sia, quel che è certo che per la 20° giornata del campionato di Eccellenza pugliese,1’Atletico Vieste di Franco Cinque si troverà di fronte, ancora una volta, una squadra forte, il Team Altamura, appunto, che pur non avendo brillato nella prima parte del torneo, come era nei programmi; ha praticamente ricostrui­to il collettivo arruolando giocatori di esperienza, militanti, per gran parte, come si diceva, nel Mola. Squadra, quest’ultima, che l’Atletico ha battuto mercoledì scorso, nel turno infrasettimanale dell’Epifania, al termine di un match in rimonta che ha entusiasmato gio­catori e pubblico e che ha consentito ai bianco­celesti del Gargano di appollaiarsi in solitaria al secondo posto in clas­sifica, a cinque punti dalla capolista Gravina. «Sì, è vero – dice un soddisfatto Franco Cinque – è stata una bella partita quella contro il Mola, anche se sono certo che avremmo potuto fare ancora di più. Ma giocare così, dopo la pausa natalizia, è stata la dimostrazione del valore della mia squadra, la quale, pur deficitaria di tre titolari di peso, come Rocco Augelli, Camasta e Milella, e con una panchina cortissima (solo 15 gli iscritti in distinta, ndr) ha davvero fatto grandi cose». C’è chi ha ormai battezzato questa formazione come il "Vieste dei miracoli", visto che sta dando filo da torcere a tutti, pur in una situazione precaria sotto il profilo economico e d’organico. «Ormai – dice in merito Cinque – i nostri problemi sono noti, ed anche io li ho evidenziati in più occasioni. Però, va pure detto che la mia squadra possiede un valore aggiunto che forse altre non hanno. Che è quello della coesione e dello spirito di gruppo». Tornando alla partita odierna, pare che lo spirito di gruppo continui a prevalere alla grande. “I ragazzi sono caricati al massimo – afferma il tecnico – e sono pronti ad affrontare anche questo ostacolo. Dopo le assenze di mercoledì scorso, oggi potrò contare quasi su tutti. Mancherà, infatti, solo il giovane Santoro, perché febbricitante. In realtà, ho qualche dubbio anche su Matteo Triggiani che ha avvertito in al­lenamento qualche fastidio muscolare. Con i miei collabo­ratori faremo l’ultimo test nel riscaldamento pre-partita. Se possibile, lo metterò in formazione perché preziosa è la sua presenza».

Gianni Sollitto


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright