The news is by your side.

Magna Capitana, appello al Mibac. Piace l’idea di statalizzazione

15

Corsa contro il tempo per salvarla. Pressing degli enti per il passaggio al ministero dei benei culturali.

 

 Nell’auditorium della Biblioteca di Foggia si sono riuniti il Consiglio provinciale e quello comunale di Foggia, assieme ai parlamentari e ai consiglieri regionali. Il documento finale è stato approvato all’unanimità, si teme per la sorte del personale qualificato.
Il tempo corre e per salvare la biblioteca «Magna Capitana» di Foggia e il suo patrimonio di professionalità non ce n’è più molto a disposizione. La Regione Puglia lo sa, lo sanno le istituzioni locali, Provincia e Comune, lo sanno soprattutto i 52 dipendenti già collocati nel portale della mobilità, per effetto della legge Delrio. E per salvare questa importante istituzione culturale già da domani si cercherà di far sedere, in tempi brevi, allo stesso tavolo il ministero dei Beni culturali, con Dario Franceschini, e il governo Regionale, per esplorare quale sia la strada migliore: una di queste è la statalizzazione della biblioteca. È questo quanto emerso al termine della lunga seduta congiunta del Consiglio provinciale e del Consiglio comunale di Foggia.
I lavori dell’assise comune si sono tenuti proprio nell’auditorium della «Magna Capitana». Vi hanno partecipato anche i parlamentari del Pd, Michele Bordo e Colomba Mongiello, l’assessore regionale Leonardo Di Gioia, i consiglieri regionali Paolo Campo (Pd), Napoleone Cera (Popolari), Rosa Barone (M5S), Giannicola De Leonardis (Area popolare – Schittulli) e Giandiego Gatta (Fi). Al termine del lungo dibattito, durato circa 4 ore, è stato approvato un ordine del giorno congiunto. Difficile, questo è ormai chiaro e tutti, che possa essere la Regione a farsi carico di tutti gli esuberi che in Puglia sono 400, a fronte di una possibilità di assorbirne 150. Ma il vero rischio è che non appena la lista sulla mobilità sarà pubblicata il personale altamente qualificato venga assorbito da altri enti. La conseguenza sarebbe una biblioteca aperta ma incapace di garantire i servizi che offre oggi al territorio e anche alla regione intera.

———————————————————————————————

Fai pure le corna ma da noi il funerale e il servizio lapideo è UNICO!!

Informazione pubblicitaria 

La Garganica offre in esclusivo il funerale e ogni tipo di allestimento tombale.
Vera e propria ARTE FUNERARIA con funerali completi comprese spese cimiteriali a partire da 1500 euro, anche con pagamento dilazionato.
Tombe, edicole, cappelle, mausolei, rivestimenti, lapidi, in pietra e ogni altro lavoro.
La Marmeria la GARGANICA di Antonio Pecorelli: fabbricazione di complementi e particolari per l’arredamento in marmo e granito.
Top cucina
Top bagno
Pavimenti
Rivestimenti
Scale
Ogni tipo di lavori e rivestimento per caminetti.
Lavorazioni artistiche
Esperienza ultra quarantennale, tutto a prezzi ulcompetitivi.

Contattaci senza impegno allo 0884/ 701740
                                                          348/3978495

———————————————————————————————————————-


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright