The news is by your side.

Peschici/ CARNUAL 2016: «L”ABBIAMO FATTA GROSSA!»

40

Record di maschere, pubblico e…lodi!!!

 

 “E’ alquanto facile organizzare manifestazioni d’estate, ma riempire le
piazze nel cuore dell’inverno è difficilissimo: se ci riesci, è una grande
vittoria”. Con questa affermazione Francesco D’Arenzo, uno degli
organizzatori dell’ottava edizione del “Carnual” peschiciano, emozionato ma
soddisfatto, dichiara il successo di pubblico e critica della
manifestazione andata in scena domenica 7 e Martedì Grasso 9 febbraio: una
esplosione festosa di carri allegorici e gruppi mascherati previsti,
annunciati e presenti: dalla storica rievocazione del “Carnual”
tradizionale di “Peschici Eventi” al regno del ghiaccio di “Frozen” (foto
3-4, carro e gruppo) dell’Asd Athletic Club, dalla pellicola internazionale
“Moulin Rouge” dell’Asd “Fitness dance” fino ai “frizzi e lazzi” dei gruppi
spontanei inseritisi all’ultimo secondo.

La carovana, ‘scortata’ dagli “Angeli Rossi” e dagli uomini della
protezione civile comunale, sotto l’occhio vigile delle forze dell’ordine,
nel pieno rispetto del percorso programmato, si è snodata per le vie
principali del paese sotto gli occhi attenti e stupiti degli spettatori
fino a raggiungere, partendo dall’ex campo sportivo, C.so Garibaldi,
trasformando la piazza in una vera e propria discoteca. In particolare, sul
belvedere “la Rotonda”, gli allievi delle due Associazioni Sportive si sono
esibiti suscitando emozione e moti d’affetto del folto pubblico presente.

Come da tradizione, non è mancata la fase più cruciale e rappresentativa
della manifestazione: il ‘dottore’ Elia Salcuni (presidente del Comitato
“Peschici Eventi”), accompagnato dalla ‘famiglia’ di “Carnual”, ha iniziato
a ‘operare’ il fantoccio-simbolo del Carnevale peschiciano, ormai in agonia
e pronto a morire, dando vita a una scenetta comica. “L’operazione – scrive
la ricercatrice storica Teresa Maria Rauzino – è, fra le varie
drammatizzazioni della manifestazione locale, la più degna di nota. Un vero
e proprio intervento chirurgico.

“Si prepara un fantoccio – spiega – nella cui pancia si mette di tutto, lo
si carica su un asino al cui seguito c’è un chirurgo, accompagnato da un
corteo di gente mascherata, fra cui: madre, moglie, figli e parenti di
‘Carnual’. Il dottore taglia la pancia del pupazzo e ne estrae vari
oggetti, fra cui un pezzo di salsiccia: solo alla fine estrae il gigantesco
‘maccherone’ (oggi rappresentato da un lungo tubo di plastica) che ha
provocato l’indigestione di ‘Carnual’. Nel carnevale antico, durante
l’operazione, la gente che si ammassava intorno cantava lo stornello ‘U
pedë ‘u porkë (Il piede del porco).

“L’operazione – prosegue – veniva ripetuta per le strade del paese,
accompagnata da urla, frastuono e risate degli astanti. All’imbrunire,
l’asino col suo carico e tutto il seguito si dirigevano (e si dirigono
tuttora) verso il Castello, dove il fantoccio di Carnevale veniva gettato
in mare dalla Rupe antistante. I ‘Carnevali’ appesi nei vicoli, invece,
venivano bruciati. Le alte fiamme illuminavano la notte, segnando l’avvento
della Quaresima”. Ed è esattamente quanto successo al tramonto di ieri: la
processione in maschera – il ‘funerale’ – si è portata alla Rupe del
Castello e il lancio di “Carnual” ha chiuso ufficialmente l’edizione 2016.

Come non lanciare un doveroso ‘grazie’, innanzitutto a chi ha partecipato
attivamente sfilando in maschera, e poi a autorità civili (sindaco e
amministratori) e militari (Polizia Municipale e Carabinieri),
volontari dell’ordine (Angeli Rossi e protezione civile), costruttori dei
due carri allegorici (“Frozen” e “Moulin Rouge”), associazioni sportive
(maestri e allievi di Athletic Club e Fitness Dance), gruppi spontanei,
Cooperativa “Omnibus”, dj Luciano Vecera. E gli sponsor ufficiali:

– “Fashion Bar”
– Ristorante-Pizzeria “La Torretta”
– Pizzeria “Padre Pio”
– “Le Ripe”
– Discoteca “La Brocca”
– Ristorante-Pizzeria, “L’incontro”
– “Pamida Carni”
– Tour in barca Gargano “Costa&Grotte”
– Bar “La Terrazza”
– “Allianz” assicurazioni
– Panificio di Rocco Santoro
– Profumeria “Marilyn”
– Bar “BaRocco”
– Edicola “Millecose”
– Bar “Europa”
– Fotografo Costantino Pacifico
– “Simply” market
– Bar “La Rotonda”
– Panificio “La Parolaccia”
– “Vi E Vi Milano”, calzature uomo-donna-bambino.

– Responsabili di affissioni pubblicitarie
– Mass media (ottima cassa di risonanza)
– Lanciatori di coriandoli e caramelle – sarte – fotografi – operatori di
ripresa
– Associazione Culturale “Punto di Stella” – Membri del Comitato “Peschici
Eventi”.

E allora… appuntamento al 2017 con tanta gioia in cuore e allegria nelle
menti, gioia e allegria che, auguriamo a tutti, possano accompagnarvi fino
alla prossima edizione.

————————————————————-

Info pubblicitaria/ All’Hotel Magnolia la cena degli innamorati

Un uomo che aspetta San Valentino per trattare la sua donna come una regina sta sbagliando qualcosa negli altri 364 giorni dell’anno…..Dille che l’ami, che la stella che brilla di più è lei e invitala alla cena degli innamorati, all’Hotel Magnolia.

All’Hotel Magnolia un San Valentino romantico, appassionato, intimo e festoso.
L’Hotel Magnolia vi accoglie nel suo scrigno dorato, per una cena a lume di candela, in un’atmosfera musicale romantica.
Info e prenotazioni 0884/ 708838

Non dirgli ti amo da morire….
………. ma ti amo da vivere…..

Vi aspettiamo alle ore 21,00 in località Macchia di Mauro all’Hotel Magnolia per la cena  degli innamorati

——————————————————————————————


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright