The news is by your side.

Regione/ L’ass. Capone rilancia su Turismo e Cultura

7

“Più fondi del 2015. C’è stata inerzia, col sì al bilancio si apre fase nuova”.

 

 “Tutte le esperienze positive avranno continuità, anzi: saranno conso­lidate. È questa la sfida che ci attende tutti, adesso. Con la precedente amministrazione ab­biamo fatto tanto nel settore del­la cultura e non è, neanche lontanamente, obietti­vo della giunta Emiliano disper­dere un grandissi­mo patrimonio ac­quisito e sotto gli occhi di tutti”. A intervenire ora nel dibattito avviato sulla paralisi momentanea del sistema culturale pugliese è Loredana Capone, assessore re­gionale allo Sviluppo economico con delega, all’Industria turisti­ca e culturale: «Non credo affat­to si possa parlare di alcun im­passe ma, semplicemente, si è all’inizio di una nuova programmazione dei fondi europei, la 2014/2020, e allo stesso tempo si sta lavorando a una diversa strategia sul piano dell’organiz­zazione del personale. Un model­lo inedito che prevede una strut­tura organizzativa connessa col lavoro delle agenzie che opera­no nella cultura e nel turismo, due settori rimasti peraltro sco­perti senza un dirigente: il nuo­vo direttore dell’ area Aldo Patru­no ha preso servizio appena a gennaio. In tutto questo, poi, ab­biamo anche nominato Paolo Verri in qualità di commissario di Puglia Promozione”

D’accordo, ma non le pare che realtà consolidate come l’Apu­lia Film Commission o la stessa agenzia" Pugliapromozione versino in una posizione di stallo?

«Non direi: non c’è stato un momento di inerzia nel corso di questi mesi».

Senza dubbio, ma dei bandi dell’ Afc per il sostegno alle nuove produzioni cinemato­grafiche non c’è ancora trac­cia.

«Ci sono dei tempi fisiologici, ripeto, che sono stati anche legati all’approvazione del bilancio regionale di previsione per il 2016, avvenuta appena l’altro giorno. Ma posso ben dire che, adesso, siamo entrati nella nuova fase della programmazione: la prossima settimana presenteremo i bandi per l’innovazione delle sale cinematografiche e dei teatri, tanto per cominciare. Mentre nei giorni scorsi, a proposito di Afc, abbiamo già presentato il bando del progetto memoria dell’Afc (scade il 4 marzo). Quanto al Film Found che le produzioni attendono posso rassicurare che saremo ben felici di onorare, e al meglio; le loro attese: il bud­get che quest’anno vi destineremo sarà di 3 milioni di euro: un milione in più rispetto ai 2015. Non solo: i nuovi bandi "Regio­nali" e "Promotional" così come quello per il circuito D’autore sono già pronti, finanziati, e direi in dirittura d’arrivo. Li presente­remo, man mano, nelle settima­ne a venire».

Rispetto al bilancio 2016, in­vece, su quali risorse conterà la cultura?

«Nonostante la scure dei tagli sulla sanità sotto gli occhi di tut­ti, il budget destinato nel bilan­cio ordinario per la cultura am­monta a 8 milioni di euro, qualco­sa in più anche del 2015: è la chia­ra testimonianza di come per noi non si tratti di un settore margi­nale. Non solo: abbiamo finanzia­to anche per la prima volta la leg­ge sulla lettura che era stata ap­provata, ma rimasta priva di do­tazione finanziaria. Un’azione che rientra nella più ampia stra­tegia di promozione della lettura in tutta la Puglia, che intendia­mo attuare con l’obiettivo di su­perare il gap che vede la nostra regione ultima per indice di lettu­ra nel Paese. Ma è una visione di insieme quella che intendiamo portare avanti e, nella realtà dei fatti. a cominciare da inedite si­nergie fra le agenzie e la stessa Regione».

In quali termini?

«È necessario un cambio di passo se; per esempio, abbiamo investito tanto sulla ristruttura­zione dei beni culturali senza che poi siano ancora valorizzati, cono­sciuti e gestiti come meriterebbe­ro. Il nostro obiettivo, più in gene­rale, è proseguire sulla strada del sostegno deciso alle imprese cul­turali, la cui ricaduta sul territo­rio è di tutta evidenza, e di miglio­rame le performance. Diciamo che, finora, si è stati nella fase di start up. adesso bisogna strutturare tutto il sistema come si fa per le imprese. Non è un’astrazio­ne, ma qualcosa che intendiamo definire nel Piano strategico per la cultura  che nascerà nei prossimi mesi da un dialogo serrato fra istituzioni e operatori: è lì che saranno scritti gli obiettivi per la cultura da qui al 2020».

——————————————————————————————————————–

Info pubblicitaria/ Ripartono le offerte del Bolle di Sapone

Dal 16 al 19 febbraio è in corso il nuovo volantino del Bolle di Sapone per
festeggiare insieme l’apertura nella nuova location di via Massimo
D’Azeglio, 1.

Alcuni esempi delle offerte da prima pagina: Dash fusione 100 misurini €
12,95; Coccolino ammorbidente ml.750 €1,10; Dove deo spray ml.150 € 1,50;
Pino Silvestre bagnoschiuma ml.750 € 1,50;…e tanto altro ancora.

Bolle di Sapone è il più fornito e competitivo druge-store presente a
Vieste.

Bolle di Sapone è in grado di soddisfare qualsiasi esigenza legata alla
pulizia della casa, al lavaggio dei tessuti, alla profumazione degli ambienti,
all’igiene della persona, alla cura dei più piccoli.

All’avanguardia rispetto al mercato locale, Bolle di Sapone propone la
più grande
varietà di prodotti, competenza e convenienza in un ambiente nuovo, moderno
ed accogliente.

Tutto il make-up, i profumi, le mode di tendenza e un universo ricco di
femminilità presente nel nuovo reparto Profumeria.

Il meglio anche per la casa, tutta la freschezza e l’igiene per chi ama
circondarsi di pulito. Un’ampia gamma di prodotti a disposizione, le
migliori marche e le ultime novità sempre in anteprima e offerte
sempre al massimo
della convenienza.

La novità assoluta è rappresentata dal nuovo spazio dedicato ai più piccoli
ed alle loro mamme: Bolle di Bimbo!
Bolle di Bimbo è la nuova area espositiva dove poter trovare alimenti e
latte per neonati delle migliori marche (Plasmon, Mellin, Aptamil, Humana,
Hipp…); pannolini (Pampers, Chicco, Huggies…); Biberon e ciucciotti
(Chicco e Avent); articoli per l’igiene infanzia (Fissan, Chicco, Euphidra,
Aveeno…); e tanto altro.
Bolle di Bimbo è il primo negozio specializzato per il bambino a Vieste.

Bolle di Sapone è a Vieste nella nuova sede di via D’Azeglio, 1 (di fronte
lo studio pediatrico della dott.ssa Cannarozzi) ed è aperto tutti i giorni
dal lunedì al sabato dalle 08.00 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.00.

———————————————————————————————————————


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright