The news is by your side.

Peschici/ Emergenza sicurezza, l’allarme del sindaco

25

Ma anche il rammarico per il silenzio della comunità. Tavaglione nella seduta del consiglio dopo l’incendio ai mezzi per la raccolta rifiuti.

 

 La questione dell’ ordine pubblico continua a tenere banco (e a preoccupare) in paese. Dopo il caso del’ mezzo della nettezza urbana incendiato delle scorse settimane, la tensione resta alta. Il sindaco Franco Tavaglione ha convocato in via straordinaria qualche giorno fa la seduta del massimo consesso cittadino per esprimere solidarie­tà alla società e a tutto il personale (l’as­sise ha deliberato anche di impegnarsi a ripristinare le telecamere per la video­sorveglianza delle zone a rischio. La seduta a differenza delle altre riservate agli interventi dei soli consiglieri co­munali, stavolta era aperta anche a quelli del pubblico. Delusione però per il primo cittadino a causa della non nutrita partecipazione di forze politiche e associazioni: «Mi aspettavo franca­mente qualcosa di più …. », ammette. Presenti invece rappresentanti delle istituzioni, dei carabinieri e della guar­dia costiera. «C’era anche don Tonino che è intervenuto in rappresentanza del mondo cattolico, il dirigente scolastico e una delegazione di alunni», ha preci­sato il sindaco. «Il Comune di Peschici e questo Consiglio comunale -ha esordito Tavaglione – sin dal 2013 hanno posto al centro della propria attività gli aspetti riguardanti l’ordine e la sicurezza pub­blica con l’adesione al manifesto dei sindaci per la legalità contro il gioco d’azzardo e alla fondazione ”Angelo Vas­sallo, sindaco pescatore" del Comune di Pollica (SA) assassinato dalla camorra perché si occupava spesso di problemi legati all’ordine e alla sicurezza pub­blica e di fenomeni come la droga. Il fratello di questo sindaco, dopo la sua morte, ha fondato questa Fondazione. Il Comune di Peschici ha aderito perchè ritiene sia dovere degli amministratori comunali schierarsi in prima linea per la difesa di questi valori. A tal proposito ricordo che nel 1997, il 19 luglio, il con­sigliere Mazzone, allora sindaco, si è visto saltare una cella frigorifero e non vi sto qui a ricordare gli altri attentanti intimidatori subiti da me personalmen­te, quale sindaco. Ma è giusto che la popolazione, la comunità sia silenziosa, passiva di fronte a tutto questo? Eppure noi non siamo soli, abbiamo le forze dell’ ordine, la chiesa, la scuola rispetto alla quale il Comune si riserva di aprire dibattiti molto più ampi. Abbiamo cer­cato di coinvolgere sia per iscritto che per via telematica (internet) i cittadini, le associazioni – vedo in aula Verderame leader del basket peschiciano- i partiti politici, ma vedo una scarna parteci­pazione. I nostri comportamenti, lo sta­re assieme, devono essere però ben più forti delle bombe, dei proiettili sparati contro le abitazioni; della benzina che incendia stabili e macchine, di chi vuole
rubare la nostra libertà, la nostra di­gnità. Un mezzo della società che ge­stisce il servizio raccolta rifiuti urbani è stato fermato da malviventi incappuc­ciati ed armati che hanno obbligato l’au­tista a scendere dal mezzo, per poi tra­sferirlo in un’area li vicina e darlo alle fiamme. C’è stato, inoltre, il furto nelle scuole, continua ad esserci il gioco d’az­zardo che crea disagio nelle famiglie e la droga che si commercializza quasi li­beramente».
«Noi tutti abbiamo il dovere di con­trastare questi fenomeni non solo noi, che siamo stati chiamati ad ammini­strare, ma tutti, soprattutto i giovani che, solo crescendo con questi valori, avranno domani la possibilità di avere un ruolo nella società e uscire dall’ano­nimato», ha aggiunto Tavaglione che ha poi detto: «dov’è il mondo dell’associazionismo e quello delle forze politiche. Registro la loro assenza e ciò non va bene. Bisogna unirsi solo lo stare as­sieme ci renderà forti. Chiediamo a tutta la comunità peschiciana di rimanere legata. Mi duole l’assenza delle forze politiche. Esse svolgono un ruolo im­portante nella società, ma vengono uti­lizzate come taxi per realizzare certi obiettivi. Teniamoli spenti questi taxi per questo mondo, ma accesi per gli obiettivi della legalità».

Francesco Trotta

 

 

 

 

———————————————————————————————————————

Info pubblicitaria/ Da Fruttissima sono arrivate le occasioni che aspettavi

Scopri le iniziative speciali……3 chilogrammi di frutta di stagione a piacere solo 2euro

 

Scopri il nuovo Cestino Gran Convenienza………….

Cambia la formula, resta la convenienza!
Il Cestino Fruttissima è ancora più conveniente
Fruttissima in via Bovio,6
Il tuo acquisto anticrisi.
Vasto assortimento di verdura frutta locale, legumi e frutta secca a prezzi all’ingrosso.

Il modo migliore per tornare a casa dopo la spesa? Con il nuovo Cestino Convenienza Fruttissima

Vieni a verificare…..in via Bovio

———————————————————————————————————


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright