The news is by your side.

Confcommercio: cultura della legalità e lotta alla contraffazione. Iniziativa a Foggia

25
Educazione all’acquisto legale – Fermiamo la contraffazione: è questo il titolo dell’iniziativa promossa da Confcommercio Foggia e Terziario Donna in programma venerdì 4 marzo a Foggia al Teatro Comunale Umberto Giordano, con inizio alle 9,15. 
 
Si tratta di un progetto nazionale di Confcommercio Imprese per l’Italia che, nell’ambito delle attività di diffusione della cultura della legalità, prenderà il via da Foggia. Una iniziativa che da un lato punta alla sensibilizzazione e l’informazione sulla contraffazione – e tutte le forme di abusivismo che alterano il mercato e  falsano la concorrenza a scapito delle imprese “sane” – dall’altro vuole contribuire alla conoscenza di fenomeni quali il racket e l’usura.
 
Per questo la manifestazione foggiana vede come partner: il Comune di Foggia, la Camera di Commercio, la Federazione Antiracket, la Fondazione Buon Samaritano.  Dopo l’introduzione del presidente provinciale, Damiano Gelsomino e della presidente Terziario Donna, Lucia La Torre e i saluti dei rappresentanti istituzionali del territorio (Prefettura, Comune, Provincia, Camera di Commercio), interverranno sul tema: la delegata nazionale Confcommercio, Anna Lapini, Giuseppe Cavaliere presidente della Fondazione Buon Samaritano, Cristina Cucci, presidente provinciale Federazione Antiracket ed il Sostituto Procuratore, Enrico Infante. A moderare l’incontro il giornalista Rai, Sergio De Nicola.
 
Un confronto a più voci per far il punto della situazione sul territorio a cui farà seguito lo spettacolo teatrale di Tiziana Di Masi: “Tutto quello che sto per dirvi è falso”; un esempio di teatro civile che affronta il tema della contraffazione in tutte le sue sfaccettature. Una  forma, questa, scelta per veicolare il messaggio in modo efficace, con una particolare attenzione al mondo della scuola.  


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright