The news is by your side.

Verso le elezioni/ Giuffreda (Pd) : “le dimissioni disonorevoli”

8

Riceviamo e pubblichiamo.

 

 Non c’è niente di onorevole nelle dimissioni presentate mercoledì scorso da nove consiglieri comunali per far decadere tutto il consiglio. Nessun gesto di alta politica o nobiltà d’intento dietro quelle firme.
La data delle elezioni probabilmente sarà il 5 giugno prossimo. Significa che 45 giorni prima, e cioè il 20 aprile, il sindaco, la giunta e tutto il consiglio comunale cessano le funzioni proprie. Il 20 aprile. Il 20 aprile. Fra 20 giorni!
Che senso ha, allora, far arrivare un commissario prefettizio per 20 giorni? Quale beneficio ne può trarre la cittadinanza? Nessuno. Anzi, molte attività amministrative saranno bloccate a danno dei cittadini e il consiglio comunale che avrebbe approvato le nuove tariffe TARI ridotte non si è potuto tenere.
Le dimissioni disonorevoli sono, in realtà, il frutto di un accordo tra le cariatidi della politica viestana, da Mimi Spina e la sua pedina, Mauro Clemente ad Angelo Devita, da Raffaele Zaffarano a Franco Notarangelo, passando dalle "giovani" cariatidi, Montecalvo, Caruso, Parisi e Zaffarano G. Considerato che questi numeri c’erano da tempo, perché questi onorevoli consiglieri non hanno pensato di dimettersi prima? Semplicemente perché non avevano ancora raggiunto un accordo che li mettesse tutti al riparo e soprattutto che garantisse il posto nella lista di Jurassic Park che si presenterà alle elezioni. E vogliamo parlare delle onorevolissime dimissioni del vicesindaco Notarangelo che forse, al momento dell’accettazione della carica, aveva fatto qualche pensierino malizioso che poi non si è realizzato?
Le dimissioni dei nove consiglieri più che un accordo politico sembrano un rito di affiliazione.
Adesso troveremo gli onorevoli consiglieri tutti in fila, in rigoroso ordine alfabetico,  nella stessa lista capeggiata dal più grande bluff della politica viestana, Mauro Clemente, che della politica ha assorbito tutto il peggio e ne ha fatto il suo tratto distintivo.
Questa operazione ha un solo merito: ha fatto definitivamente chiarezza nello scenario politico viestano. Il re finalmente è nudo.

Annamaria Giuffreda
Già capogruppo PD


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright