The news is by your side.

Tremiti/ Acqua potabile, la Regione accelera per il dissalatore

18

Vertice con il Comune e l’Acquedotto Pugliese, assente l’Ente Parco del Gargano.

 

 Procede spedito il percorso per arrivare alla rea­lizzazione di Un dissalatore alle Isole Tremiti: nei giorni scorsi a Bari si è svolto il secondo tavolo tecnico (il primo 1’8 marzo scorso) finalizzato al completamento dell’iter procedurale. «Auspico per l’estate 2017 l’entrata in fun­zione dell’opera», ha rimarcato l’assessore alle infrastrutture e trasporti della Regione Puglia Giovanni Giannini al termine della seduta. Una determinazio­ne, quella dell’assessore regio­nale, che fa ben sperare il sindaco tremitese Antonio Fentini: «Ringrazio l’assessore, la sua spinta in merito alla realizzazione del progetto -dopo anni di abbandono- è un buon segnale per l’esito finale». A Bari c’erano tutti: «mancava solo l’ente Parco», è l’annotazione di Fentini. Per il resto – dall’ Arpa all’ Acquedotto Pugliese, dalla Capitaneria di Porto di Termoli al Demanio Marittimo e demanio regionale, dalla Dogana all’assessorato regionale all’ambiente – tutti presenti. La seduta è stata aggiornata al 5 maggio 2016. Le obiezioni di ca­rattere tecnico -facilmente superabili però – sollevate nella se­duta del tavolo tecnico degli inizi di marzo scorso da parte di Arpa ed Ente Parco sono state successivamente vagliate – in maniera approfondita e specificatamente – in una apposita riunione che si è tenuta lo scorso 16 marzo. «Sia chiaro per tutti, l’opera si farà», ha ribadito l’assessore regionale, il quale ha fatto intendere di non tollerare eventuali ritardi sulla tabella di marcia prefissata. il progetto del dissa­latore a quanto pare sembra aver imboccatola discesa in merito ai tempi di realizzazione. Lo studio di fattibilità (opera dell’acque­dotto pugliese che si occuperà anche della realizzazione del futuro impianto) risale al 2010. Successivamente a luglio 2013 il sindaco Antonio Fentini appro­vò (adottando la delibera con i poteri della giunta comunale) lo studio di fattibilità relativo alla installazione di due impianti di dissala­zione nell’arcipela­go, precisamente all’isola di San Do­mino. Per le isole Tremiti – è noto – il problema dell’ac­qua potabile è ende­mico, crea notevoli disagi ai turisti ma soprattutto a chi ci abita. Alle Tremiti, che campano solo di turismo, quel pro­blema lo vogliono a tutti i costì risolve­re. La realizzazione del dissalatore fa­rebbe contenti tutti, Comune e Regione. La Regione Puglia (che paga trasporto e costo dell’acqua) sborsa all’anno un milione e ottocento mila euro. Attualmente il ser­vizio di rifornimento acqua alle Tremiti avviene attraverso la na­ve cisterna che durante la sta­gione estiva (quando le isole arrivano a contare 4, 5 mila pre­senze) sbarca alle Tremiti quasi tutti i giorni (in inverno invece solo un giorno a settimana ed in base alle esigenze) portando in dote 800 tonnellate di acqua per coprire l’intero fabbisogno gior­naliero dell’isola.

Francesco Trotta

—————————————————————————————————–

Info Pubblicitaria/ Onoranze Funebri, La Garganica dei Fratelli Pecorelli, celebra l’amore
Chiedici un preventivo ti stupiremo.

Servizi funebri con la massima professionalità.
Alla Garganica in esclusiva vera e propria ARTE FUNERARIA.
Marmeria la GARGANICA e Onoranze Funebri dei fratelli Pecorelli
 

Un bel morir, tutta la vita onora.

Assistenza telefonica h24: allo 0884/ 701740 – 348/3978495

————————————————————————————


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright