The news is by your side.

Regione/ Proroga Piano paesistico problemi in 32 Comuni

14

La mancata proroga del termine per l’adeguamento dei piani regolatori al nuovo piano paesaggi­stico regionale ha un impatto sensibile su 32 Comuni, a partire da Bari.

 

 Lo ha spiegato ieri l’assessore all’Ur­banistica, Anna Maria Curcuruto, in­tervenendo in Consiglio regionale durante il «question time» per rispon­dere a una interrogazione presentata da Francesco Ventola (Cor). Il termine per l’adeguamento è sca­duto il 23 marzo, ma la giunta non ha presentato al Consiglio il disegno di legge predisposto dalla Curcuruto per ottenere altri 12 mesi di tempo. L’as­sessore ha spiegato che la situazione di incertezza riguarda 32 Comuni che si sono adeguati al precedente piano paesaggistico, il Putt: 17 Comuni han­no un Pug (Piano urbanistico gene­rale di nuova generazione) conforme al Putt, 5 che hanno in corso la va­riante di adeguamento del Pug al Putt, 4 (tra cui Bari) che hanno approvato la variante generale di adeguamento al Putt di un vecchio Prg e i 6 che ce ­l’hanno in corso. Oggi, scaduti i ter­mini transitori previsti dall’articolo 106 del Pptr, in questi Comuni ci si trova di fronte a un doppio regime: se gli interventi previsti sono conformi al Putt non serve autorizzazione pae­saggistica, necessaria invece di fronte a nuovi vincoli introdotti dal Pptr. Per questo motivo la Curcuruto ha an­nunciato una circolare interpretati­va, con l’obiettivo di fare chiarezza ma anche di invitare i Comuni a peri­metrare gli ambiti territoriali co­struiti in cui i vincoli non valgono. Le proteste per la situazione sono arrivate soprattutto dai Comuni co­stieri. Per esempio Monopoli, dove il Pug adeguato al Putt prevedeva la pos­sibilità di costruire (in determinati casi) anche nella fascia di rispetto dei 300 metri dal mare: con il Pptr non è più possibile, ed esaurita la fase tran­sitoria ex articolo 106 si è bloccato tutto. L’assessore ha fatto anche no­tare che pur volendo approvare una proroga del termine di adeguamento a due anni, la proroga della fase transitoria andrebbe concordato con il mi­nistero dei Beni culturali dove è in corso la riorganizzazione del sistema delle Soprintendenze. D’altro canto, però, esiste una obiettiva difficoltà per i piccoli Comuni, che spesso non hanno nemmeno i soldi per l’adegua­mento. «Stiamo valutando in giunta di adottare il ddl di proroga, sia pure con ritardo», ha concluso la Cnrcu­ruto. «Lo presenteremo noi in Com­missione – ha concluso Ventola – spe­rando che sia affrontato in tempi bre­vi”.

———————————————————————————————————————

Info pubblicitaria/ Questa sera vi aspettiamo al bar-pizzeria Molo54

Molo54 bar-pizzeria: la bontà della nostra pizza è solo uno dei nostri pregi….venite a scoprirne altri…
Sul porto nuovo di Vieste bar pizzeria Molo54.

Un’ambiente unico, suggestivo, immerso nella bellezza del nostro mare.
Portala a gustare i nostri aperitivi, le nostre tradizioni… Portala dove iniziano subito i sogni…
Bar Pizzeria Molo54.

Noi le prepariamo e tu le sforni mentre il mare canta al bagliore della luna
Vi aspettiamo sul Porto nuovo di Vieste al MOLO54

Info: 0884/705452
 
————————————————————————–


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright