The news is by your side.

Bandiere blu/ Gargano a zero, Notarangelo: “Noi penalizzati”

13

Gli imprenditori garganici: "indispensabile l’aeroporto".

 

 La Puglia comincia a Margherita di Savoia. Almeno stando alle Bandiere blu: il riconoscimento alla qualità del mare – e a una serie di altri fatto­ri, dalla raccolta differenziata all’educazione ambientale nelle scuole – dimentica totalmente il Gargano. Nonostante Vieste sia la località più ricercata dai turi­sti che progettano le loro vacan­ze online, e Peschici non sia da meno. Cosa manca al Gargano, per entrare nelle magnifiche 11 che quest’ anno hanno ricevuto il premio della Foundation for Environmental Education? «Fonda­mentalmente nulla – dice Gino Notarangelo, presidente di Federalberghi Confcommercio della provincia di Foggia – Abbiamo tutte le caratteristiche per ricevere questi tipi di riconoscimen­ti, ma dipende dalle amministra­zioni locali. Forse non fanno richiesta perché hanno altre prio­rità, o mancano le risorse». Negligenza, o poco tempo a disposizione. Fatto sta che l’ultima presenza garganica nell’elenco delle spiagge d’eccellenza d’Ita­lia è datata 2013. La Bandiera se la portò a casa Rodi Garganico. Quest’ anno ci ha provato Peschi­ci, invano. Per il 2016 il numero di Bandiere blu in Puglia è stabi­le: l’Adriatico batte ancora una volta lo Ionio, e se Monopoli ha dovuto fare un passo indietro a causa della raccolta dei rifiuti porta a porta, Torre, Guaceto – e quindi Carovigno, il comune di appartenenza – è tornata a fe­steggiare dopo qualche anno di assenza. Con Margherita di Savo­ia si confermano Polignano a Ma­re, Fasano e Ostuni, così come il Salento, che fa man bassa: Otranto e Castro, Melendugno – che ri­vendica la sue acque cristalline e dispetto del gasdotto Tap – e poi dall’ altra parte della costa Salve, e Ginosa con Castellaneta Mari­na nel Tarantino. È soltanto una medaglia, quella Bandiera? «Faremmo bene ad averle anche sul Gargano, ma non basta – commenta Notarangelo – Perché qui a volte abbiamo l’impressione di essere dimenticati. Eppure la provincia di Foggia ha il 41 per cento dei postiletto di tutta la Puglia». Il rife­rimento è a una grande assenza: l’aeroporto. Andare sul Garga­no, quindi, costa fatica al turista. «Basti pensare a Brindisi, all’aeroporto del Salento: da maggio a ottobre fa oltre un milione di pas­seggeri. Per raggiungere il Gar­gano ci vogliono oltre tre ore di bus, quindi siamo fuori merca­to”. Talmente tanto che è difficile pure immaginare la destagio­nalizzazione: Il turismo sul Gar­gano funziona soltanto d’estate. Eppure ha tutta le carte in rego­la: «Puntiamo alle famiglie e agli sportivi, che possono fare wind­surf grazie ai venti costanti, o an­dare in mountain bike al Parco nazionale. Non abbiamo l’esclu­sività del lusso della Valle d’I­tria, dove è sicuramente merito di imprenditori lungimiranti, ma possiamo offrire un prodotto autentico. L’obiettivo dovrebbe essere di fare di tutta la Puglia una grande Valle d’Itria”.

 

 

 

 

 

————————————————————————————————————-

Info pubblicitaria/ Elettronica Monaco abbassa i costi !!!!

Specializzata nell’installazione e manutenzione di impianti elettrici civili, industriali ed elettromeccanica.
Monaco si occupa della vendita di articoli del settore, fornendo assistenza post vendita.

Alcune delle offerte della settimana:

-Lampadina led attacco e 27 10 watt a soli 3,90 €
-lampadina led attacco e 27 12 watt a soli 4,90 €
-lampadina led attacco e 14 6watt a soli 3,90 €
-faretto led gu10 5w a soli 3,90 €
-striscia led adesiva 5m a partire da 15,00 €
Ulteriori sconti per quantita’ !!!

MONACO ELETTRONICA MONACO
  Illuminazione led – videosorveglianza – materiale elettrico – elettromeccanica – accessori
Vieste
Via Quasimodo 75/d
Mobile 3467463705 – 0884270631
email-monacoelettronica@outlook.it   
       

————————————————————————————————–


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright