The news is by your side.

Imposta di soggiorno Vieste/ Il Commissario: 1.900.000 presenze € 689.668,00 i conti non tornano

16

Sergio Mazzia,Commissario prefettizio del Comune di Vieste, intensificherà i controlli e intende recuperare quanto dovuto all’ente comunale. Invia una lettera alle strutture turistiche viestane e dà 15 giorni di tempo per regolarizzare la situazione.

 

 “Nel Comune di Vieste – si legge nella lettera prefettizia – è stata istituita l’imposta di soggiorno dal 15 maggio 2012 regolamentata con atto adottato con delibera di C.C. n. 41 del 31.08.2011 e successive modifiche intervenute con delibera di C.C. n. 17 del 26.04.2012.

 Da un analitico riscontro delle entrare riferite all’imposta di soggiorno per l’anno 2015, è emersa una sostanziale incongruenza tra presenze denunciate e versamenti effettuati.

Difatti, dai dati ufficiali fatti pervenire dall’Ufficio Iat, si evince che nel corso della stagione turistica 2015 sono state registrate, in totale, 1.900.000 presenze. Tale dato, pur sottraendo il numero delle presenze esentate, di cui al Regolamento di attuazione dell’imposta di soggiorno, non giustifica in alcun modo gli incassi effettuati dal Comune che ammontano a € 689.668,00.

Alla luce di ciò, al fine di una leale collaborazione tra questo Ente e codesta impresa turistica, si invita a verificare le somme dovute a questo Ente per l’imposta di soggiorno per gli anni pregressi, nonché, in caso di eventuali versamenti ancora da effettuarsi e a cui non si sia provveduto per mero errore, a voler provvedere entro 15 giorni dal ricevimento della presente.

Si precisa che questo Ente ha intenzione di provvedere ad effettuare controlli, anche presso codesta struttura, al fine di verificare la correttezza dei versamenti suddetti”.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright