The news is by your side.

Vieste/ 8 alla Marathon MTB del Gargano, fervono i preparativi

14

Mancano solo otto giorni alla grande festa della mountain bike in terra garganica. Della “Marathon del Gargano Baia degli Aranci – I Melograni” sono stati infatti svelati i dettagli in una conferenza stampa congiunta tra Parco del Gargano, team Eurobike e Federazione Ciclistica Italiana.

 

 In una storica sala di Palazzo Dogana, in Foggia, Stefano Pecorella (presidente del Parco), Maurizio Carrer (organizzatore) e Pasquale De Palma (presidente regionale Federciclismo) hanno  illustrato alla stampa i dettagli del quinto appuntamento stagionale con il circuito Iron Bike MTB, evento agonistico e cicloturistico considerato da più parti il fiore all’occhiello dell’intera rassegna giunta alla terza edizione.   
78 km, quasi 3000 metri di dislivello dal mare alla Foresta Umbra e ritorno, su e giù per la natura più pura in uno dei gioielli forestali più invidiati al mondo. Previsto anche un percorso medio, di 41 km, destinato ai corridori che competono per la classifica della “Mediofondo” e un percorso corto, denominato tecnicamente “Piccola Gravel”, riservato ai ragazzi dai 13 ai 16 anni. Tutti e tre i tracciati partono e arrivano sulla spiaggia dell’Hotel I Melograni – Baia degli Aranci.
Almeno 500 i ciclisti attesi, molti dei quali in questi giorni stanno prendendo d’assalto le strutture alberghiere della zona per le prenotazioni. Il perché lo spiega Carrer: «Il ritrovo è fissato la mattina di domenica 29 alle 7.30. Per questo la gente arriverà tutta dal giorno prima e pernotterà. La mattina del sabato è prevista la prova percorso della piccola Gravel. Il pomeriggio relax nelle strutture dell’hotel, in piscina e al mare e una nuova prova percorso. La sera intrattenimento dopo cena nell’anfiteatro con premiazione a sorteggio per tutti i presenti. I premi: a partire dalla bici elettrica offerta dal negozio Ciclieurobike sino ai premi speciali, weekend e soggiorni, offerti dallo staff de I Melograni».
I dettagli del percorso: la prima salita è “Paradiso Selvaggio”, sulla vecchia strada in disuso che conduce alla SS89 garganica. Si va poi per il “valico del lupo”, raggiungendo la località “tacca del Lupo” per ridiscendere, su veloce strada bianca, in direzione “Pietra Morta”. Da quel punto comincia l’impegnativa ascesa in Foresta Umbra. È la salita “degli Sfizzi”, di circa 12 km, che conduce agli incantevoli laghetti d’Umbra e al velocissimo ritorno verso il mare. Ben 5 i ristori previsti sul percorso lungo e 3 sul medio, per permettere a tutti di affrontare lo sforzo con regolarità e in tranquillità
Programma cadenzato anche per gli istanti antecedenti la partenza. Dichiara infatti Carrer: «La mattina della domenica alle 9:00, partenza ufficiosa, tragitto di trasferimento a velocità controllata nel centro di Vieste e poi via ufficiale sul lungomare, al km 0, verso il quale saremo scortati dai quad. In coda i carri scopa per chi dovesse accusare problemi tecnici al mezzo e non sarà in grado di continuare la corsa».
Una gran moltitudine di ciclisti sta per invadere lo sperone dello stivale. Una occasione da non perdere, ne è convinto Stefano Pecorella, presidente dell’Ente Parco Nazionale del Gargano: «É importante sostenere tutte quelle forme di turismi – sì, sono convinto che non esista solo un tipo di turismo – che valorizzino l’area protetta e la rendano più appetibile per tanta gente.
La Foresta Umbra è una delle 5 foreste più belle al mondo e c’è un motivo, quindi, per cui queste aree debbano non soltanto essere lasciate come recinto di tipo ottocentesco, ma essere fruite da tutti coloro che vogliono praticare sport e attività non impattanti con la natura. E il ciclismo è tra quelli che meglio si sposa con l’ambiente».
Pieno endorsement da parte dell’Ente per questo evento: «Il Parco Nazionale del Gargano non poteva essere indifferente a un progetto del genere e ci stiamo infatti attrezzando per ottenere una certificazione europea dei percorsi di MTB nell’area protetta, per poter organizzare gare a livello europeo e internazionale. Sono questi i motivi che mi portano a plaudere all’iniziativa e a dichiarare il fattivo sostegno del Parco per la Marathon del Gargano. Abbiamo con la FCI, il team Eurobike e tutti i ciclisti una mission importante: valorizzare posti tanto belli del nostro Paese, che il mondo ci invidia e noi ignoriamo».
Buone prospettive anche per il futuro: nel mirino ci sono i campionati italiani assoluti del 2018. Vieste ha un valore aggiunto, ha una ricettività turistica non comune. E storicamente eventi del calibro della rassegna tricolore sono assegnati a località che oltre la bellezza dei percorsi possano garantire ottima ospitalità per ciclisti e famiglie. Luigi Maurizio Carrer è fortemente convinto delle potenzialità «Il Gargano è la quinta foresta al mondo e, di fatto, noi realizziamo la quinta tappa dell’Iron Bike – ha osservato con ironia – combiniamo un posto spettacolare e meraviglioso. Il Gargano è il territorio giusto per poter ospitare una Marathon a livello nazionale, con l’obiettivo di tracciare un percorso che faccia crescere questa classica e la porti sul tetto d’Italia. E in futuro (2018?), un sogno che si trasformerà in realtà, ospitare il campionato italiano».
Questa rosea possibilità è confermata da Pasquale De Palma, presidente regionale della Federciclismo «La prospettiva, per le qualità tecniche del percorso è quella di portare qui, in un paio d’anni, le rassegne nazionali culminanti nel campionato italiano. Per noi è importante partecipare non solo perché cerchiamo il risultato tecnico come Federazione, ma perché il nostro ente è sempre collaborativo: avere la possibilità di lavorare fianco a fianco con il parco del Gargano, senza particolari vincoli sui percorsi come avviene altrove, è indubbiamente un fattore positivo. Proporre l’idea di un turismo diverso: siamo disponibili a questo tipo di sinergia».
Di tutto rispetto i numeri previsti: «Porteremo a Vieste almeno 600 biker con tutti gli accompagnatori e sarà davvero una giornata di festa e promozione di un territorio, che sarà visto sicuramente con un’ottica diversa dal solito. Di solito si apprezzano singolarmente la foresta e il mare, ma non i percorsi che li uniscono idealmente e praticamente. Grazie a questa collaborazione, grazie alla disponibilità dei titolari de “Baia degli Aranci – hotel I Melograni” si potranno fare grandi cose per il ciclismo pugliese».

Dettagli del percorso, tracce gps e convenzione alberghiera: eventi.ciclieurobike.com
Iscrizioni e accrediti stampa: www.icron.it > Marathon del Gargano


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright