The news is by your side.

Augurissimi a Libera D’Errico la sedicesima centenaria d’Ischitella

23

 

Ischitella,un paese di soli 4400 abitanti sicuramente è un paese di longevi e detiene forse nel gargano il primato di aver il maggior numero di centenari.

Sono infatti 16, con D’errico Libera coloro che hanno varcato la fatidica soglia dei cento anni, dai primi anni 80 ad oggi, e troppo lungo sarebbe elencarli uno per uno,anche se sono in possesso di tutti i loro cognomi con rispettive date di nascita e di morte.
Mi limito solo a dire che attualmente sono due con Libera i centenari,viventi. Lo scorso Agosto avevamo festeggiato i cento anni di Iacovone Nicola tuttora vivente e arzillo che ad Agosto compirà 101 anni. Inoltre entro novembre di quest’anno dovremmo averne altri due e la centenaria d’Ischitella che ha vissuto più a lungo pur essendo morta a Torremaggiore,dove risiedeva da molti anni,era nativa d’Ischitella e detiene tuttora il record di longevità ischitellana per aver vissuto più di 106anni.
Ma veniamo alla nostra attuale centenaria che si chiama d’errico libera ed è nata a Ischitella il 19/5/1916.
E’stata festeggiata due giorni dopo alla presenza del Sindaco Dr. Pietro Colecchia che gli ha fatto personalmente gli auguri a nome suo e dell’amministrazione e gli ha consegnato la pergamena che attesta il compimento dei fatidici cento anni. Dopo gli auguri e la benedizione di Don Francesco Agricola si è proceduto ad un rinfresco che le sorelle e i nipoti hanno gentilmente offerto a tutti i presenti e ai condomini del condominio dove tuttora la nostra Libera abita.
Libera, ci dice la nipote Rita,figlia di Francesca,una delle sorelle tuttora viventi e presenti alla festa,aveva cinque sorelle e un fratello. Marietta,Pasquale,Lucia,Incoronata,Immacolata e Francesca. Francesca che è presente alla festa è la più piccola ed ha 84 anni,ma è vivente ancora un’altra sorella di 90 anni che si chiama Incoronata.
La nipote Rita ci dice che  Libera ha fatto per circa 40 anni la telefonista a Ischitella ad iniziare dagli anni della guerra,quando a Ischitella, esisteva un solo telefono pubblico,gestito dal sig. Francesco de Cristofaro.
Io sono una delle nipoti presenti,ma ho altri fratelli e sorelle,Patrizia,Enzo Rosella. Mia zia inoltre ha complessivamente 17 nipoti e 30 pronipoti.
Le piace soprattutto il pesce fritto ce lo conferma anche Anna la badante che ne ha cura,ma le piace anche la carne arrostita ,e gli spaghetti.
L’altra nipote Patrizia ci parla del suo carattere,che è dolcissimo,tanto che riempe sempre tutti di complimenti,specie quando si vede piena di attenzione nei suoi confronti ,cammina da sola,ma ha bisogno del sostegno del bastone,ha una mente lucida,comprende tutto  e ricorda il nome di tutti i sui nipoti e pronipoti.
Non possiamo augurare a Libera di superare il record di longevità ischitellana e vivere almeno altri 6 anni.
Giuseppe Laganella


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright