The news is by your side.

Reporter della Tua Città/ NON SIAMO AMANTI – Appello ai neo amministratori

12

Sono tornato per votare, ora sono di nuovo in viaggio, scrivo perché non potrei fare altro per il mio paese, se non finire di studiare e mettermi a disposizione. Non ho parlato per tanto tempo per non condizionare nessuno durante questa campagna elettorale ma ora lo voglio fare.

 

 Non mi esprimo sui vincitori, questo discorso va a prescindere, auguri, ma a loro chiedo solo alcune cose: spero mi facciate ricredere NON sul voto che (ahimè?!) io non vi ho dato, non mi interessa, spero mi/ci facciate ricredere specialmente sulla vita, in generale. Dimostrando.
Di tutta questa magia, illusione, ne abbiamo e ne abbiamo avuto abbastanza, forse.

Mettetevi a disposizione, totale, e lo faremo anche noi, sicuramente, saremo il vostro riflesso. Fatelo con la diligenza di un buon padre di famiglia (direbbe un giurista). Impegnatevi ad essere quindi degli esempi da seguire, in primis sul lavoro, visto che alcuni di voi sono degli imprenditori, liberi professionisti, mettetevi nei panni di un vostro dipendente sempre, se già non lo fate, siate rispettosi e sarete più rispettati, perché ricordate che siete anche dei nostri dipendenti in questo momento. Vogliamo tutti la stessa cosa: tranquillità a livello mentale, lavoro, non la tranquillità della piazza che c’è in una qualunque sera di Febbraio, il resto è relativo. Pensateci, scaricate l’euforia post victoriam e cominciate a lavorare. Da una parte ho letto che i trionfi e fallimenti sono 2 impostori. Non limitatevi ovviamente a riparare solo strade, “per far Vedere”, come è stato fatto in passato, fatelo in primis per la nostra sicurezza e per le tasse che paghiamo col tempo di vita, il resto è secondario.

Non voglio credere che non ci sia abbastanza per tutti e che regnerà per sempre l’egoismo di pochi, quindi, avete promesso che ci avreste ascoltati sempre, giusto? Vediamo! Provate! Proviamo! ci tocca, ha deciso così la “maggioranza” per cambiare.

Siate il nostro vanto, orgoglio, nostri rappresentanti, in mano avete il potere che solo la Fiducia della gente può dare, essa varrebbe più di tutto l’oro del mondo. Fate ricredere chi non vi ha dato fiducia, tipo me. Non tutti reagiscono allo stesso modo quando ci si sente traditi, quindi, ci si può aspettar di tutto, ma quando la fiducia vien rispettata e provata di volta in volta la risposta può esser sempre e solo una: rispetto reciproco incondizionato, sempre, e ricordate che prima di tutto siamo persone. Cittadini poi. Non siamo amati.  

Non prendetela assolutamente sul personale, il tempo darà tutte le risposte, il vostro è appena iniziato.

In bocca al lupo, un sognatore.

lettera firmata


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright