The news is by your side.

Vieste – Ritrovata sana e salva Nicole, la donna che non si era mai persa…

11

Si è conclusa nel migliore dei modi, e con un colpo di scena, la ricerca di Nicole Rees, la cinquantenne tedesca che ha fatto perdere le sue tracce nel tardo pomeriggio viestano.

Lei ed una sua amica alloggiano in un bed and breakfast in località Macchia (tra Mattinata e Manfredonia) ed erano venute a visitare la cittadina garganica. Nel tardo pomeriggio, per cause ancora da chiarire, Nicole si allontanava dall’amica facendo perdere le tracce; l’allontanamento avveniva in via Pola.

Presa dal panico, la sua amica iniziava autonomamente le ricerche per le vie del paese, partendo dal borgo antico e proseguendo nel centro cittadino; in questa fase, creava non pochi disagi per aver parcheggiato la sua auto lungo via Vittorio Veneto impedendo il passaggio del camion della nettezza urbana e generando il blocco del traffico per quasi un’ora (risolto con la rimozione dell’autoveicolo mediante il carro attrezzi).

Successivamente chiedeva aiuto agli agenti della Polizia Locale e ai Carabinieri, che iniziavano le ricerche tra le stradine del centro storico. Di lì a poco, anche i volontari dell’associazione Pegaso si univano alle operazioni di pattugliamento.

La notizia pubblicata su Ondaradio scatenava “l’effetto domino” necessario ad avviare la macchina della solidarietà: l’articolo veniva, infatti, condiviso su Facebook da oltre 100 persone in pochissimo tempo, dimostrando per l’ennesima volta (semmai ce ne fosse ancora bisogno) quanto siano pronti i viestani a dare il proprio contributo per aiutare il prossimo.

Ma mentre agenti, volontari e semplici cittadini si cimentavano in una enorme sessione di “nascondino”, Nicole Rees stava comodamente nel suo bed and breakfast, dopo essere rientrata a bordo di un taxi…

La notizia giungeva dopo l’una di notte dalla Tenenza dei Carabinieri: una pattuglia si era, infatti, recata direttamente nella struttura turistica e ne aveva accertato la presenza e il perfetto stato di salute della scomparsa, o meglio, della presunta tale.

Non si comprendono le motivazioni che hanno spinto la cinquantenne tedesca a mollare l’amica per tornare alla base: tra le ipotesi non si esclude la conseguenza di un litigio tra le due. E probabilmente erano fuorvianti le indicazioni fornite dalla sua amica che volevano Nicole in difficoltà con l’orientamento.

Tanta apprensione per nulla? A spavento passato, è stato meglio così…


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright