The news is by your side.

All’Abbazia di Santa Maria di Pulsano VI edizione de “il Raduno dei Suonatori di Tarantella”

8

 

Domenica 7 agosto la sesta edizione de “Il Raduno dei Suonatori di Tarantella” presso l’Abbazia di Santa Maria di Pulsano – Monte Sant’Angelo
Fissata la data e la location della VI edizione de “Il Raduno dei Suonatori di Tarantella”. La manifestazione si svolgerà domenica 7 Agosto 2016 presso l’Abbazia di Santa Maria di Pulsano, a 9 Km da Monte Sant’Angelo.

Suonatori, danzatori, musicisti e appassionati si ritroveranno per rivivere
le emozioni e i suoni delle tradizioni del Gargano. Un vero e proprio
tributo alla Tarantella del Gargano, dove i  partecipanti formano una
grande orchestra popolare che accompagna e supporta, con gli strumenti
classici della tradizione, i veterani, maestri cantori della Tarantella.

L’evento, ideato e coordinato da Peppe Totaro, leader dei Tarantula
Garganica, è organizzato da Studio Uno e dall’Associazione Culturale Museca
in collaborazione con la Comunità Monastica di Pulsano e tantissimi
partners: città di Monte Sant’Angelo, Mottola Solutions, Hermestudio,
Ferrovie del Gargano, B&B Archangelus, Casa Prencipe, Combo Studios.

Gli organizzatori annunciano un edizione particolare e caratteristica,
specie per la location incantevole e piena di spiritualità.

Come scopo, oltre che creare nuove sinergie tra i partecipanti, attraverso
l’esperienza diretta con i maestri della Tarantella del Gargano, ci sarà
anche quello della solidarietà verso la Comunità Monastica di Pulsano.

“Il Raduno è inserito nella cornice storica dell’Abbazia e nello splendido
paesaggio non solo come evento estivo – ha dichiarato il *Priore*
*dell’Abbazia* *fr. Pietro Distante *– ma vuole essere di completamento a
quella dimensione dello Spirito che sempre accompagna la vita dell’uomo”.

“Un connubio perfetto tra tradizione, paesaggio e spiritualità, all’insegna
della solidarietà – dichiara *Peppe Totaro, ideatore e coordinatore  della
manifestazione*, che aggiunge – “dopo 6 anni, nonostante i carenti fonti da
parte delle Istituzioni e degli Enti pubblici locali, l’evento continuerà
comunque a crescere e a radicarsi sempre più sul territorio grazie al
sostegno dei tantissimi partners privati e ai numerosi suonatori e
danzatori di tarantelle del Gargano”.

Inoltre, la  manifestazione sarà arricchita da diverse attività di
approfondimento: dalle visite guidate, agli stage, ai convegni, ai percorsi
naturalistici e degustativi. Un momento quindi di dialogo e confronto tra
il passato e il presente, ma anche un grande momento di valorizzazione e
promozione.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright