The news is by your side.

La Radio, 40 anni di libertà e di provvisorietà

19

Ill.mo Ministro Carlo Calenda

Oggi ricorre il quarantennale della Sentenza n. 202/76 della Corte Costituzionale che sancì la libertà d’antenna per le emittenti “private” italiane.
A distanza di tanti anni l’emittenza radiofonica si trova oggi ancora in una condizione di provvisorietà con autorizzazioni e frequenze assegnate in via temporanea e quindi senza certezze. Nonostante siano oramai aziende a tutti gli effetti le emittenti radiofoniche hanno un futuro incerto a causa di una normativa mai totalmente applicata.
Ciò premesso, invochiamo la pianificazione immediata, sia nazionale che locale, della banda FM su base isofrequenziale.
Questo consentirebbe a tutte radio italiane di abbattere l’attuale elevato stato interferenziale, abbattere i costi, effettuare nuovi investimenti con una pianificazione che possa dare maggiori garanzie per il futuro oltre che il mantenimento, se non addirittura un incremento, degli attuali posti di lavoro.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright