The news is by your side.

Occhito, Celenza e Carlantino pronti con il progetto “Vivi il lago”

3

Puglia e Molise al lavoro per il rilancio dell’area di Occhito. L’impegno formale dei presidenti delle due Regioni per la navigabilità delll’invaso. Ma Celenza e Carlantino sono già pronti con un progetto moderno e sostenibile.

 

 Le Regioni Puglia e Molise valuteranno il progetto di navigabilità del lago di Occhito. L’impegno, formale, è stato annunciato dai presidenti delle due Regioni, Frattura ed Emiliano,  a Macchia di Valfortore nel corso di un incontro  dedicato al “Progetto Occhito” sulla  navigabilità dell’invaso, lo sviluppo territoriale e la realizzazione delle indispensabili infrastrutture.  Una giornata di confronto con tecnici ed esperti, di dibattito politico, strutturata lungo tutto l’arco della giornata, organizzata dal Comune di Macchia in collaborazione con l’ANPCI Molise. Il vertice tra i due presidenti rappresenta un punto di svolta nelle relazioni tra le due Regioni, per via di un vecchio contenzioso tra Molise e Puglia relativo all’utilizzo dell’acqua, ma anche un punto di partenza per quel che riguarda le politiche di sviluppo economico e culturale.  “C’è convergenza tra le due regioni – ha detto il presidente della Regione Molise, Frattura – abbiamo un unico obiettivo: creare opportunità turistiche sul lago. Tutto questo passa attraverso navigabilità, iniziative di sviluppo e rafforzamento delle infrastrutture” . E se il Molise ha già dato un primo segnale di attenzione  prevendendo, nel Patto per il Molise,10 milioni per la promozione di due laghi, Occhito e Guardialfiera,  la Puglia inizia a muovere i primi passi "Dobbiamo rilanciare questa meraviglia, chiaramente bisognerà farlo con grande rispetto dell’ambiente” ha detto  Emiliano "Insieme – ha concluso – ci stiamo impegnando per rendere navigabile il lago e questo potrebbe dare respiro all’economia locale".

Vivi il lago, già pronto il progetto di Celenza e Carlantino:
I Comuni che si affacciano sul lago artificiale, Macchia, Sant’Elia a Pianisi, Pietracatella, Gambatesa e Tufara per il versante molisano e quelli pugliesi, Celenza Valfortore e Carlantino ci credono nel rilancio dell’area, nella fruizione turistica. I due comuni dauni il progetto ce l’hanno già. E’ pronto dal 2015, selezionato tra diversi progetti presentati per il concorso di idee “Vivi il lago” indetto dai due Comuni. Per realizzarlo servono 5 mln di euro. Il progetto, ideato da uno studio associato di Foggia, prevede la realizzazione,  lungo la sponda del lago, di strutture ultra leggere, in materiali compatibili, inserite in maniera organica nel paesaggio lacuale: una club house con bar, ristorante, pontili per l’attracco delle imbarcazioni. “Questa è una svolta  storica –  dice il sindaco di Celenza Valfortore, Massimo Venditti – per i comuni che si affacciano sul grande invaso e per l’economia delle comunità dell’area, che all’utilizzo turistico di questo meraviglioso angolo di natura ci pensano da anni. Noi siamo pronti, abbiamo il progetto,  ma prima di realizzarlo è necessario rendere navigabile il lago e realizzare parte delle infrastrutture di collegamento tra la statale e Occhito. Se la Regione ci crede – sottolinea Venditti – investirà su quest’area”. Le prime risposte sono arrivate dal tavolo tecnico che ha preceduto l’incontro politico del pomeriggio. Presieduto dall’assessore ai lavori pubblici del Molise, Pierpaolo Nagni, tecnici, dirigenti delle due Regioni hanno lavorato intorno all’idea progettuale di navigabilità del grande invaso, analizzato problemi e proposto soluzioni. Presenti il sindaco di Celenza Valfortore, Massimo Venditti e l’assessore ai lavori pubblici, Marco Longano, il sindaco di Macchia Valfortore, Antonio Carrozza e di Riccia, Micaela Fanelli, i dirigenti del  Consorzio di Bonifica di Capitanata, del Dipartimento Lavori Pubblici e Ambiente della Regione Puglia,  e per il Molise i responsabili dell’Ufficio Demanio, della Protezione Civile e dell’Autorità di Bacino. Per una completa fruizione, la Regione Puglia dovrà dotarsi di uno specifico regolamento per la navigazione del lago. Oggi, le acque dell’invaso, oltre che per uso irriguo e potabile, vengono utilizzate nelle operazioni di spegnimento di incendi boschivi. Sarà, infatti, necessario un accordo di programma con il Consorzio di Bonifica di Capitanata, ente gestore della diga, per la messa a punto di un sistema di allerta destinato alla sicurezza dei natanti in caso di attingimento di acqua da parte dei mezzi della Protezione Civile. “Il Molise lo ha già attuato per  un altro invaso, quello di Guardialfiera, non dovrebbe essere complesso, da parte della nostra Regione seguire l’esempio. Il Consorzio di Bonifica di Capitanata – ha aggiunto il sindaco Venditti – ha dato ampia disponibilità ad un diverso uso dell’invaso. E’ chiaro che tanto le strutture ricettive quanto i mezzi che lo navigheranno dovranno essere compatibili con ambiente e paesaggio. Il nostro progetto va esattamente in questa direzione. Il lago,i boschi, l’ambiente, il paesaggio sono risorse da valorizzare e tutelare. Per noi rappresentano un’opportunità per fare un’ economia nuova per questi territori, forte, sana, sostenibile”.

 

 

———————————————————————————————————————-

Info Pubblicitaria/ Alla Garganica Funerali con servizi personalizzati

Funerali completi compreso spese cimiteriali + manifesti di ringraziamento + manifesti di trigesimo + 15 immaginette a scelta, tutto con la massima professionalità.

Alla Garganica vasta esposizione di cofani funebri

Nella nostra esposizione trovate diversi modelli di cofani funebri in legni pregiati, con rifiniture di eccellente qualità e dotate di numerosi accessori per la personalizzazione secondo le indicazioni del defunto e le preferenze di familiari ed amici. Preventivi gratuiti.

Alla Garganica Marmi in esclusiva anche vera e propria ARTE FUNERARIA.
Marmeria la GARGANICA e Onoranze Funebri dei fratelli Pecorelli
Assistenza telefonica h 24: per un preventivo che non ti costa nulla.

0884/ 701740 – 348/3978495

———————————————————————————————————————–


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright