The news is by your side.

A Vieste la prima SERENATA DEDICATA alla TARANTELLA

26

Non solo canti, balli e tradizioni popolari da difendere ma anche una ghiotta occasione per promuovere e valorizzare il territorio in ambito culturale. Sulla spiaggia di Pizzomunno, giovedì 18 agosto dalle ore 21,00.

{youtube}4WBPb98ARYQ{/youtube} 

E’ uno speciale appuntamento con la tarantel­la garganica quello in programma alle ore 21, sulla spiaggia di Pizzomunno del lungomare Mattei a Vieste. "Serenata alla tarantella" è il nome, dell’evento organiz­zato dall’omonima Associa­zione culturale in collabora­zione con il Centro studi tra­dizioni popolari "Terra di Capitanata” e la FITP (Fede­razione Italiana Tradizioni Popolari) con il patrocinio dell’Amministrazione Co­munale di Vieste, della Re­gione Puglia e del Parco Na­zionale del Gargano. Tutelare, valorizzare, pro­muovere la musica popolare del Gargano come "momen­to" tipico della tradizione locale: questi gli obiettivi del sodalizio viestano guidato da Saverio Cota. Lo spettaco­lo di quest’estate sarà infatti il numero "uno" di una lunga serie di iniziative artistiche e promozionali dove i prota­gonisti saranno i canti e i bal­li popolari pugliesi, primo fra tutti la tarantella, le cui melodie e coreografie affon­dano la loro origine nella notte dei tempi. Ma anche una ghiotta occa­sione per promuover, valorizzare il territorio in am­bito culturale.

L’appunta­mento del 18 agosto non vuole essere solo un mo­mento di spettacolo, dove suoni e passi di danza si of­frono al pubblico, ma anche un importante momento di confronto, tutela e promo­zione della cultura garganica. Una mission che gli orga­nizzatori hanno deciso di perseguire più che mai convinti che ci sia ancora tanto da fare nel campo della ricer­ca e della valorizzazione di questo importante patrimonio immateriale del pro­montorio. Ecco perché si è scelto Vieste e uno dei periodi più interes­santi per l’offerta turistica locale. A Vieste – alla stregua di quanto accade in altri am­biti come il Salento – la mu­sica popolare può contribui­re ancora più alla diffusione del brand Gargano.

"Ci sia­mo sforzati di venire incon­tro alle esigenze del territo­rio- commenta Saverio Cota, organizzatore e presiden­te dell’Associazione culturale "Serenata alla Tarantella" – allestendo un programma e un evento che fosse capace di caratterizzare la nostra Terra coniugando le esigen­ze degli operatori. E a tal pro­posito voglio ringraziare le aziende che hanno sostenu­to il nostro progetto. E’ la pri­ma edizione ma riteniamo che sia il primo step di un percorso interessante». Suonatori, danzatori, musicisti e appassionatisi ritro­veranno il 18 agosto prossi­mo per rivivere le emozioni e i suoni delle tradizioni del Gargano, per salvaguardale e diffonderle alle nuove generazioni come elemento condiviso dalla cultura del territorio. Il tutto sorto il cie­lo stellato di Vieste in una cornice magica quale è la spiaggia di Pizzomunno. Nei prossimi giorni sarà completato il cast dei gruppi partecipanti. La nascita dell’associazione viestana coincide con quella del gruppo folk" La V’ stsen".

Nascite finalizzate alla pro­mozione e alla diffusione della Tarantella garganica e la promozione e la tutela del­le tradizioni popolari. Il gruppo folklorico "La Vstsen" ha già fatto il suo esordio a Ravenna nella Ras­segna nazionale di musiche folcloriche ed etniche della Federazione Italiana Tradi­zioni Popolari. Oltre al presi­dente Cota la direzione del­l’associazione è composta dal vicepresidente Giovanni Prencipe, dal segretario e di­rettore artistico Carmen De Ronzo, dal tesoriere Raffaele Impagnatiello, dal diretto­re organizzativo e responsa­bile musicale Giovanni Delle Fave, dal responsabile ma­teriale Daniela Rignanese, dai consiglieri Gianluca Pio Dirodi, Francesco Cota e Se­bastiano Soldano. Tante idee nel cassetto ma, soprattutto, tanta voglia di creare sistema con le altre associa­zioni culturali della "Monta­gna del sole".

Michele Gemma (L’attacco)


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright