The news is by your side.

Vico/ Ad AMEDEO RICUCCI il Premio Gargano di Giornalismo- Vincenzo Afferrante

14

Sabato 27, alle ore 21,00 la IV edizione. La premiazione  si svolgerà – in Piazza San Domenico.

 

 Il Premio verrà assegnato all’inviato di guerra del “TG1”  AMEDEO RICUCCI.

Amedeo Ricucci ha seguito i più importanti conflitti degli ultimi vent’anni: Algeria, Somalia, Bosnia, Ruanda, Liberia, Kosovo, Afghanistan, Libano, Iran, Iraq Palestina, Tunisia, Libia, Siria.
Ha ottenuto diversi riconoscimenti, nazionali e internazionali, fra cui il Premio Ilaria Alpi (2001), il Premio Internacionale de la Convencion (Cuba, 2015) e il Montecarlo Television Festival (2016).
Era con Ilaria Alpi e Miran Hrovatin nel viaggio in Somalia che il 20 marzo del 1994 si concluse con l’uccisione della giornalista del TG3 e del suo cameraman ed era presente al momento dell’uccisione del fotografo del Corriere della Sera, Raffaele Ciriello, avvenuta a Ramallah il 13 marzo 2002.
Il 3 aprile 2013 è stato sequestrato in Siria, assieme ad altri tre giornalisti italiani (Elio Colavolpe, Susan Dabbous e Andrea Vignali) ad opera di una brigata di Jabhat al Nusra, passata in quegli stessi giorni all’ISIS, appena costituito. I quattro sono stati liberati dopo 11 giorni, il 13 aprile 2013, dopo che era stato mantenuto il silenzio stampa per tutta la durata del sequestro.
Tra i suoi lavori più recenti: "I fiori di Sidi Bouzid" (2011), "I fantasmi della nuova Libia" (2012), "Siria 2.0: La battaglia di Aleppo" (2012), "Libia: La polveriera" (2014), "Il futuro alle spalle" (2015), "La lunga marcia" (2015).
Dal settembre 2013 lavora agli Speciali del TG1.

Ospite della serata lo scrittore e giornalista ERRI DE LUCA.

Erri De Luca è scrittore, giornalista e traduttore. Da giovane ha militato nella sinistra extraparlamentare. Ha svolto lavori manuali per circa vent’anni.
Ha esordito nel 1989 con il romanzo Non ora non qui (1989). Da allora ha scritto anche per teatro – In nome della madre, Chisciotte e gli invincibili, In viaggio con Aurora” e Chisciottimisti – e cinema – i cortrometraggi Di là dal vetro e Il turno di notte lo fanno le stelle, la biografia musicale La musica provata e il documentario Alberi che camminano. Collabora con quotidiani italiani e stranieri. I suoi libri sono tradotti in oltre 30 lingue.
Nel settembre 2013 è stato incriminato per “istigazione a commettere reati”, in seguito a interviste in sostegno della lotta NOTAV in Val di Susa. Il processo iniziato il 28 gennaio 2015 si è concluso dopo cinque udienze il 19 ottobre 2015 con l’assoluzione ”perché il fatto non sussiste”. A sua difesa ha pubblicato La Parola Contraria (Feltrinelli, 2015).
Tra i suoi ultimi libri: E disse (Feltrinelli, 2011), I pesci non chiudono gli occhi (Feltrinelli, 2011), Il torto del soldato (Feltrinelli, 2012), La doppia vita dei numeri (Feltrinelli, 2012), Ti sembra il Caso? Schermaglia fra un narratore e un biologo (Feltrinelli, 2013), scritto con Paolo Sassone Corsi, Storia di Irene (Feltrinelli, 2013), La musica provata (Feltrinelli, 2014) e La faccia delle nuvole (Feltrinelli, 2016).

La serata sarà presentata dal giornalista, scrittore e conduttore radiotelevisivo MICHELE CUCUZZA.

Il Premio, istituito dal Comune di Vico del Gargano in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti della Puglia, è intitolato alla memoria di Vincenzo Afferrante (scomparso nel 1983), fondatore-direttore del mensile Il Gargano nuovo, nato come mezzo per la crescita culturale e sociale del Gargano.

Michele Sementino, sindaco di Vico del Gargano, ha dichiarato che “con la quarta edizione del PREMIO GARGANO DI GIORNALISMO – Vincenzo Afferrante, assegnato al grande inviato di guerra Amedeo Ricucci e che vede la presenza dello scrittore di fama internazionale Erri De Luca, l’Amministrazione comunale conferma di voler investire in un evento di importante rilevanza culturale e sociale per l’intero territorio garganico”.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright