The news is by your side.

Vieste/ Allerta per rischio idrogeologico, idraulico e per eventi meteo avversi

15

Dai comunicati del Centro Funzionale Decentrato del Servizio Protezione Civile regionale si informa che sono in atto le seguenti condizioni di allerta meteo: rischio idrogeologico con criticità moderata per il seguente evento previsto dalle ore 00.00 del 07/09/2016 e per le successive 24 ore: Precipitazioni diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, con quantitativi cumulati da moderati a elevati; con assunzione del livello di allerta nella fase di Attenzione e,dalle previsioni meteorologiche assunte sul sito internet www.ilmeteo.it, tali condizioni potranno ulteriormente permanere nelle ore successive.

 

 I fenomeni potrebbero causare allagamenti urbani ed extraurbani, principalmente
in corrispondenza di aree depresse e nella zone a rischio allagamento del PAI.
Zone urbane (zona Pantanello , zona Scialara, L.mare Europa con aree adiacenti,zona
compresa fra via R.Bonghi-via Tantimonaco-Via Pizzomunno-via S.Pellico ) con
difficoltà di smaltimento delle acque nelle reti di drenaggio urbano .

Zone extraurbane(zona Pilone del Prete-Masuliane- Macchia di Mauro- Gioia-Focareta,
Spacco-S.Luca-Lavavola-Calma-Le Mezzane-PaludeMolinella, S.Lucia-Scialmarino-
S.Maria-MontincelloPiano Piccolo, Sfinalicchio, Risega-Macchia Pastinella Cutino del
rospo, Campi,Pugnochiuso e in ogni altra parte del territorio comunale) con difficoltà
di smaltimento delle acque nel reticolo idrografico dei bacini minori e, dilavamenti e/o
smottamenti sui versanti , sulle strade extraurbane e rurali.

Inoltre si potrebbero attivare fenomeni di dissesto idrogeologico in corrispondenza dei
canali di deflusso pluviale , dei versanti ,scarpate stradali, falesie di qualsiasi natura e
coste sul mare.

Il Servizio Protezione Civile comunale consiglia

· non sostare in locali seminterrati;
· non circolare su strade comunali esterne all’abitato che attraversano
canali , ponti , tombini e/o zone a rischio allagamento e dissesto
idrogeologico;
· prestare attenzione nell’ attraversamento di sottovia e sottopassi;
· prestare maggiore attenzione alla guida di autoveicoli e moderare la
velocità, al fine di evitare sbandamenti;
· evitare le zone esposte a forte vento per il possibile distacco di oggetti
sospesi e mobili (impalcature, segnaletica, ecc.) e di caduta di oggetti
anche di piccole dimensioni e relativamente leggeri (vasi, tegole…);
· non sostare lungo viali e spazi alberati per possibile rottura e caduta di
rami;
· non effettuare percorsi e non sostare su aree attigue a ciglio e al piede
dei versanti ,scarpate stradali, falesie rocciose ;
· prestare attenzione lungo le zone costiere, e, in presenza di mareggiate,
evitare la sosta su moli e pontili;
· evitare attività balneari e di pesca in mare;
· in caso di fulminazione, evitare di sostare in vicinanza di zone d’acqua
(spiaggia, piscine esterne, etc..) e non portare con sé oggetti metallici
(ombrelloni, canne da pesca e simili).

Il Comando VV.UU., unitamente all’Associazione di volontariato di
Protezione Civile “PEGASO” , sono invitati alla vigilanza sulle aree a
rischio , già indicate sul Piano Comunale di Protezione Civile.

Il Dirigente
Ing. Antonio Chionchio


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright