The news is by your side.

Sannicandro/ 6.000 firme di parrocchiani per salvare l’antico Convento

35

La gente si ribella alla decisione dei Frati Minori di abbandonare anche l’attigua chiesa.
Seimila firme rac­colte dai parrocchiani, un’in­tera città che si stringe in­torno al suo “Convento” dì Piazza IV Novembre (circa quattro secoli di storia) dopo l’incomprensibile abbandono disposto dal padre provin­ciale dei Frati Minori.

Malgrado le proteste alla fine è stata presa la decisione, tanto incomprensibile quan­to inopportuna, dicono i parroc­chiani, di abban­donare il Conven­to con la Chiesa attigua di Santa Maria delle Gra­zie in San Nican­dro Garganico, nonostante le fir­me raccolte dai fe­deli, le accorate preghiere dei parrocchiani, le tante lettere inviate a coloro che hanno il potere di deci­dere, da parte di rappresentanti istituzionali e di personalità del mondo culturale e associa­zionistico locale.
«Il Convento deve rimanere al servizio della Chiesa di Santa Maria delle Grazie – sostengono a gran voce i par­rocchiani -, l’incomprensibi­le abbandono disposto dal pa­dre provinciale dei Frati Mi­nori ha aperto una profonda ferita nelle coscienze della comunità sannicandrese».

I parrocchiani non inten­dono arrendersi: «A questo punto – dice Giuseppe De Ca­to, uno dei parrocchiani -, se le autorità che governano l’Ordine dei Frati Minori hanno deciso di andarsene, che lo facciano, ma il Con­vento, per quanto di “proprietà” dei’ Frati, appartiene alla storia e ai sacrifici della comunità sannicandrese, che ne ha curato la rinascita dal degrado in cui era piombato durante e dopo la guerra e deve restare quindi al ser­vizio della Chiesa cui è an­nesso». I parrocchiani si augurano che il Vescovo destini presto un sacerdote, in modo che il complesso religioso, sicuramente uno dei più alti e si­gnificativi punti di riferi­mento per la cultura storica e spirituale dei sannicandresi, possa continuare a svolgere la sua fondamentale funzione per lo sviluppo dell’ethos civico-religioso della comunità locale e i Frati.

AnnaLucia Sticozzi

———————————————————————————————————————————————————————————————-

Informazione pubblicitaria/ Aperta e per tutti i fine settimana la Piana della Battaglia

Pizzeria, ristorante, braceria con piatti tipici della nostra tradizione. A garantirlo la gestione di Leo, del Ristorante Il Capriccio……… Aperto venerdì – sabato – domenica.
Ristorante, Pizzeria, Braceria, Piana della Battaglia a Viste in loc. Mandrione……….. Per gli amici celiaci Piana della Battaglia prepara la pizza a lievitazione naturale con i prodotti certificati. (obbligatorio la prenotazione di 12 ore prima, proprio perché la lievitazione e’ naturale).

Cercami dove solo con i sogni potrai trovarmi, aprimi con la chiave del cuore seduto vicino ai due nostri caminetti ……

La Piana della Battaglia, questo autunno-inverno non è solo un Capriccio….

prenotazioni e info al 0884 /270960

———————————————————————————————————-


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright