Menu Chiudi

Un processo per contrabbando di manna nel 1717 a Ischitella XX parte.

Come pure a Francesco del Vasto di detta terra inquisito come sopra l’infrascriiti beni cioè:
Una casa di due membri sottano e soprano servita , e posta in questa terra dove al presente abita,confinante ad un’altra di Gaspasro Selvaggio e via pubblica .
Nel soprano della quale si è trovato a sguire se non che nel sottano di essa 6 botte di vino ,cioè 4 piene e 2 vacanti le piene sono come segue:
La prima di some 8 .
La seconda di some 7.
La terza di some 5.
La quarta di some 4.
In tutte some 24 in circa.-

Quale robbe per non essersi trovata persona che se li pigliasse ,consegnate,si è serrato detto sottano colla chiave staiellando e inchiodando la porta di esso e la chiave suddetta in potere del sig.Governatore Delegato ad finem.
E più contro Francesco del Vasto un’altra casa di due membri ,uno sottano e l’altro soprano nelle quali si è trovato nemmeno che eseguire che se no nel soprano suddetto di circa due tomoli e mezzo di grano ,due telari quali si è serrato con la chiave che è in potere di detto Sig.Governatore delegato e per non esservi trovata a chi consegnare la quale casa anche e sita e posta in questa terra che confina con Don Francesco di Monte e Domenico Comparelli,via pubblica ed altri confini.

Giuseppe Laganella