The news is by your side.

Vieste – IL “GIORNO DEL RICORDO” SIA SEME DI SPERANZA PER LA PACE

21

A partire dal 2005, il 10 febbraio è stato scelto dal Parlamento italiano come “Giorno del Ricordo” in memoria delle vittime delle foibe e degli esuli istriano-dalmati, costretti ad abbandonare le loro case dopo la cessione di Istria, Fiume e Zara alla Jugoslavia a seguito della sconfitta dell’Italia nella Seconda Guerra Mondiale.

L’Amministrazione comunale di Vieste già lo scorso 30 gennaio, per la “Giornata della Memoria”, aveva già voluto ricordare tutte le vittime dei genocidi e dei crimini contro l’umanità. Per questo aveva coinvolto anche le scuole cittadine nella realizzazione di opere e elaborati che tenessero viva la memoria nelle generazioni più giovani.

A maggior ragione oggi, “Giorno del Ricordo”,  l’Amministrazione comunale sottolinea l’esigenza di alimentare costantemente la memoria di quei fatti, in modo che si realizzi una condivisione di intenti per una riconciliazione che renda quelle sofferenze patrimonio comune e seme di speranza per un pace fra le varie comunità.

L’’Amministrazione comunale di Vieste


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright