Menu Chiudi

Peschici/ Via alle indagini. Il sindaco Tavaglione ascoltato dai carabinieri dopo l’esplosione fuori casa sua. Lui non molla: “Resto al lavoro, il supporto della gente mi spinge a continuare”.

Continuano -a trecen­tosessanta gradi- le indagini da parte della compagnia dei carabinieri di Vi­co del Gargano per far luce su mo­vente e autori dell’atto intimidatorio (danni alla porta d’ingresso dell’abitazione) contro la casa di Vico del Gargano di Franco Tavaglione, sin­daco di Peschici e presidente della comunità dei sindaci del Parco na­zionale del Gargano, avvenuto nella notte tra martedì e mercoledì scorso. Tre candelotti fatti esplodere da­vanti alla porta d’ingresso ed una cartuccia calibro 12 fatta rinvenire sull’uscio: sono gli inequivocabili se­gnali della chiara matrice intimida­toria dell’atto. Già nell’immediatezza dei fatti, il sindaco (che non era in casa al momento dello scoppio avve­nuto intorno alla mezzanotte) è stato ascoltato dai carabinieri. Nessuna pi­sta viene tralasciata, a partire proprio da quella legata all’attività politica di Tavaglione, che è sindaco di Peschici dal maggio 2013. Tavaglione ha riba­dito di «no aver subito minacce» e si dice sicuro che «le forze dell’ordine faranno luce sull’accaduto».
La cittadina – va ricordato- è meta di rango del turismo garganico e pu­gliese, scelta ogni anno da migliaia di turisti italiani e stranieri. Da qualche anno Tavaglione è molto attivo sul fronte della promozione della legalità. Ha messo in piedi varie iniziative (l’ultima per lunedì) e ha stretto rap­porti con fondazioni ed associazioni
impegnate contro le mafie, vedi quel­la con la Fondazione Vassallo – a set­tembre scorso, a Peschici, è andata in onda la Festa della Speranza che ri­corda il sindaco di Pollica ammazzato nel 2010 dalla criminalità organizza­ta. L’avvertimento a Tavaglione, oltre ad inquietare le coscienze degli abi­tanti non solo di Peschici, ma dell’in­tero Gargano, ha provocato un fiume di solidarietà, sotto forma di attestati giunti da ogni livello.
II fiume di attestati di vicinanza ha fatto scattare i ringraziamenti di Ta­vaglione: «Carissimi amici, vi ringra­zio per l’emozione – ha scritto – di aver avvertito così forte la vostra vicinan­za. La stima ricevuta, gli apprezza­menti, tutte le parole sul mio conto e soprattutto la capacità di trasmetter­mi il vostro sostegno morale e la vo­stra solidarietà, mi hanno commosso. Grazie ancora. Voglio solo dirvi che­ questi attestati di stima, oltre ad es­sere un riconoscimento importante, mi danno la forza per proseguire la mia attività, normalmente e con se­renità. È vero, mi sento colpito come uomo oltre che come amministratore.
II segnale è stato inequivocabile. Ma la certezza di lavorare nell’interesse del bene comune e della comunità, mi spinge ad andare avanti con fermezza e di continuare il mio mandato. Sono convinto che le Forze dell’Ordine e la magistratura, con il loro certosino la­voro, sapranno dare volti e nomi ai responsabili del vile tentativo di intimorirmi. Al lavoro. Come prima, più di prima».

 

 

————————————————————————————————————————

Info pubblicitaria/ La più importante qualità di una casa è la luce. Chiedilo a MONACO ELETTRONICA.

Monaco elettronica forniture elettriche, illuminazione e videosorveglianza per professionisti e strutture.
Richiedi il preventivo per la tua struttura.
Gettoniere personalizzate per lavatrici, asciugatrici, doccie ecc.
Per una o piu’ utenze!!
Strisce LED, lampadari led, applique led, faretti led, faretti da cartongesso, applique e paletti giardino, segnapassi e tanto altro….. che fa luce!!!

——————————————————–
MONACO ELETTRONICA

ILLUMINAZIONE LED – VIDEOSORVEGLIANZA
MATERIALE ELETTRICO
ELETTROMECCANICA-ACCESSORI

VIESTE 71019-VIA S. QUASIMODO 75/D

MOBILE 3467463705-FISSO 0884270631

EMAIL-monacoelettronica@outlook.it

———————————————————————————————