The news is by your side.

Reporter della Tua Città/ Tra le vie di Vieste Giro d’Italia o Parigi-Roubaix?

24

Come già si saprà, il prossimo 13 maggio il Giro d’Italia avrà come sua sede di arrivo Peschici e quindi passerà anche per Vieste. La scelta dell’inserimento del nostro paese nel percorso di tappa, non è però dovuta alla sua rinomata fama turistica o per ragioni logistiche, bensì per le sue strade uniche nel loro genere e molto simili al famosissimo pavè che caratterizza una delle classiche ciclistiche più importanti, la “Parigi-Roubaix”. Noi ne siamo certi, questa è una provocazione fatta dagli organizzatori del Giro ai loro corrispettivi della Roubaix, anche se c’è una piccola differenza: i francesi sono orgogliosi di quei caratteristici tratti di sterrato, noi viestani non lo siamo affatto, soprattutto gli studenti che ogni mattina per recarsi a scuola si imbattono in “strade” tortuosissime. Inoltre è alquanto imbarazzante anche la situazione delle vie adiacenti al campo sportivo con via Rossini su tutte, dove le radici dei pini hanno dato vita ad un interessante parco per montagne russe su strada, che potrebbe anche essere una nuova e importante “attrazione” per il nostro paese. Ma, scherzi a parte, le strade interessate al passaggio del Giro verranno rimesse a nuovo, tralasciando sicuramente la restante rete viaria. Forse, per queste ultime, dovremmo sperare che il Giro ripassi fra qualche anno? Indipendentemente se il rifacimento del manto stradale sia compito del comune o della provincia, spero si possa procedere il più celermente possibile, dato che di tempo se n’è perso già abbastanza. Mi preme particolarmente fare questo appello non solo per le tante persone che si trovano a disagio e si sentono in pericolo nell’affrontare queste strade, ma anche per salvaguardare gli ammortizzatori delle nostre macchine, stanchi di essere ripetutamente soggetti a certe sollecitazioni: la crisi economica da anni attanaglia la nostra società e non tutti possono permettersi un SUV per affrontare al meglio questi “tratturi del ventunesimo secolo”. Detto questo, speriamo che il tutto possa risolversi al più presto e nel modo migliore possibile con l’augurio che più persone si facciano carico di questa causa.

ANDREA CARIGLIA
4^A LICEO SCIENTIFICO


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright