The news is by your side.

Il feudo di Vico nel 1500 tra i Bulgarello e i Caracciolo

166

Questo mio articolo prende spunto da quello precedente che fa riferimento all’eccezionale pergamena rinvenuta dal sottoscritto presso la Biblioteca nazionele di Napoli presso ” il fondo Brancaccio” che ricostruiva un pezzo di storia vichese. Com’è noto si pensava fin allora che il feudo di Vico del Gargano fosse stato marchesato della famiglia Caracciolo-Rossi ,ininterrottamente dal 1496 fino a fine 1500 per essere poi passare alla famiglia Spinelli che era imparentata con gli stessi Caracciolo. Occore però fare una ricostruzione storica di quel periodo. La famiglia Bulgarello che era feudataria di Vico già prima del 1496 ne venne privata per aver Ettore Bulgarello,noto ribelle tradito Ferdinando I° per Giovanni D’angiò,cosa che causò la vendita del feudo ai Caracciolo. Un fatto nuovo si determinò nel 1528 ,che ne veniamo a conoscenza dal rinvenimento della pergamena,ma non sappiamo se accadde molto tempo prima,di sicuro sappiamo che il 7/3/1528 il feudatario di Vico era l’eccelente signore Nicola Vincenzo Bulgarello ,che probabilmente come successe in passato anche tra il passaggio tra svevi e angioini,approffittando della guerra in atto tra francesci e spagnoli,occupò momentaneamente il feudo di Vico,sebbene i Caracciolo risultassero i feudatari pagandone regolarmente i cedolari.Sicuramente lo tennero fino al 28/4/1530,dopo l’indulto con cui si proclamavano i ribelli esclusi da ogni provvedimento di clememza per cui nel 1531 i Caracciolo riebbero il feudo di Vico.Quello che non è noto è quello di sapere quando i Bulgarello usurparono il feudo di Vico prima del 1528. Il memoriale di Calena ci viene in aiuto almeno fino al 1511,tra il 1511 e il 1528 bisogna approfondire la ricerca storica per cercare di stabilire l’anno preciso in cui avvene l’usurpazione dei Bulgarello,che potrebbe essere stata fatta in quell’anno,ma anche molti anni prima.
Un documento del memoriale di Calena infatti ci dice che il 10/2/1510 UNA CASA E UNA VIGNA appartenenti al monastero di Calena essendone stati spogliati da Galeazzo Caracciolo,marchese di Vico per via di giustizia ne fu rimesso in possesso per sentenza sottoscritta e sigillata al serenissimo re Federico d’aragona,re di Napoli.
Un altro documento sempre della stessa fonte ci parla di un processo sopra la piscina di S.Nicola d’Imbuto trta il venerabile monastero di tremiti e il magnifico Galeazzo Caracciolo,e di un mulino,case e giardinodi cui il Galeazzo non aveva pagato la rendita al detto monastero ,perchè tali beni nel territorio di monte Nigro appartenente a tale monastero,e la causa durò dal 1497 al 1511.
Siamo sicuri quindi i Caracciolo fino al 1511 erano ancora in pieno possesso del feudo di Vico,ma non sappiamo la data sicura in cui i Bulgarello glielo usurparono se non che il 7/3/1528 erano con certezza momentaneamente signori di Vico.

Giuseppe Laganella.

 

 

——————————————————————————————–

Info pubblicitaria/ Il tuo pieno di freschezza sul Gargano…è drink shop!!! Chiama lo 0884/70.10.25

A portarti acque e bevande a domicilio ci pensa DrinK shop.

Oltre all’acqua minerale consegniamo a domicilio anche succhi di frutta, birre, bevande di ogni genere e alcolici.

Con il servizio di consegna a domicilio di Drik Shop risparmi il tuo tempo e non ti carichi di inutili ed ingombranti pesi.

Ingrosso – drink shop – a Vieste in via Fermi,13 (ex banca di Roma)
Quando hai sete di comodità 0884/70.10.25

————————————————————————


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright