The news is by your side.

Vieste/ PARTITA LA PETIZIONE POPOLARE: NO ANTENNE ALLA CHIESOLA

75

Al Prefetto della Provincia di Foggia – Foggia
Al Sindaco del Comune di Vieste – Vieste
Alla Procura della Repubblica – Foggia
Al Presidente della Regione Puglia – Bari
Al Direttore Generale ASL Foggia – Foggia
Alla Sovrintendenza Beni Architettonici e Paesaggistici – Bari
Alla Regione Puglia Ufficio Attuazione Pianificazione Paesaggistica – Bari
All’ARPA Puglia – Bari
Legambiente Puglia – Bari
Al Presidente del Consiglio Comunale del Comune di Vieste – Vieste
Ai Consiglieri del Consiglio Comunale del Comune di Vieste – Vieste
All’Assessore all’Ambiente del Comune di Vieste – Vieste
Al Dirigente Settore Ambiente e Servizio Patrimonio del Comune di Vieste – Vieste

Oggetto: PETIZIONE POPOLARE per l’intervento delle Autorità al fine della salvaguardia della salute, del territorio e dei valori che esso esprime come paesaggio, in Vieste, alla località Chiesola, esposti alla realizzazione di un traliccio di 18 metri per l’installazione di una stazione RADIO UMTS H3G/WIMAX.

I sottoscritti in qualità di cittadini di Vieste preoccupati dai danni alla salute per rischio radiazioni e al paesaggio che deriverebbero dalla realizzazione di un traliccio di 18 metri per l’installazione di una stazione RADIO UMTS H3G/WIMAX in località Chiesola agro di Vieste (F. 11, Part. 1231), nella zona più panoramica del nostro paese, rilevano e chiedono l’autorevole intervento delle Autorità in indirizzo al fine di evitare le eventuali conseguenze sulla salute dei residenti in zona e inibire lo scempio alla bellezza estetica e panoramica della contrada Chiesola.

La BIG TIME s.n.c. di Michele Balestrucci & C., con sede in Foggia, aveva ottenuto il permesso di costruire n. 12428 in data 01/07/2014 dalla precedente Amministrazione, successivamente revocato dalla medesima, con ordinanza n. 90 del 24/09/2014, a seguito della PETIZIONE POPOLARE, che si allega alla presente, e dell’incontro di una delegazione con il Sindaco Ersilia Nobile.

Oggi si viene a conoscenza che l’attuale Sindaco Giuseppe Nobiletti, a seguito di un accordo sottoscritto il 06/03/2017 con il Sig. Michele Balestrucci, intende annullare l’ordinanza n. 90 del 24/09/2014 e riattivare il permesso di costruire rilasciato dal Comune di Vieste in data 01/07/2014. Ciò viene giustificato dalla ricerca di una soluzione bonaria della vicenda giudiziaria di risarcimento danni, posta in atto presso il Tribunale di Foggia dal Sig. Balestrucci, per la quale era prevista un’udienza il 05/06/2017 e senza tener conto della comparsa dell’avvocato del Comune di Vieste.
A seguito di tale accordo in data 27/07/2017 il Dirigente del Settore Ambiente, Servizio Patrimonio, dr. Luigi Vaira, con determina n. 117, concede in locazione l’appezzamento di terreno in località Chiesiola (F. 11, P. 1231) alla Soc. Big Time snc al prezzo di € 273,00 annuali per l’installazione di una stazione RADIO UMTS H3G/WIMAX su un traliccio di 18 metri, ignorando completamente quanto successo con la precedente Amministrazione e senza tener conto che l’installazione di detta stazione, stante la superficie della particella, non può rispettare le distanze dalla strada e dalle proprietà confinanti. Ignorando, inoltre, anche le richieste di detto suolo avanzate dai confinanti, ai quali non è stata data alcuna risposta.

Questo sito è uno dei posti più panoramici dell’intero territorio di Vieste, posizionato sulla collina più alta che si affaccia sul centro abitato, skyline suggestivo e straordinario della cittadina garganica. Erigere un traliccio in questo posto significherebbe materializzare un assurdo catastrofico danno all’intero paesaggio, non sottovalutando anche gli eventuali danni alla salute dei residenti in zona.

Il sito, sottoposto a vincoli paesaggistici e naturalistici, presenta inconfutabili qualità panoramiche e sceniche che vanno salvaguardate. Il paesaggio è bellezza naturale da proteggere, nella fattispecie si evidenzia la rilevanza del significato estetico, vedutistico e panoramico.

I sottoscritti cittadini con la presente ferma opposizione e petizione intendono tutelare innanzitutto la salute dei cittadini dai rischi da radiazioni i cui danni sono l’insorgenza di tumori. E’ stato dimostrato che le radiazioni elettromagnetiche ad alta frequenza hanno, a lungo termine, effetti biologici negativi sull’uomo per basse dosi assorbite, corrispondenti ad un campo elettrico di 1 Volt/metro, e quindi assai più basse di quelle previste dalle attuali Leggi Nazionali e Regionali.
Anche se attualmente non esistono sufficienti risultati che diano per certi gli effetti biologici negativi sull’uomo dalle radiazioni a bassa dose e lungo termine, il principio di precauzione stabilisce che l’assenza di una piena certezza scientifica non può essere usata come ragione sufficiente per posporre decisioni, là dove ci sia rischio di effetti gravi ed irreversibili.
Inoltre, intendono tutelare il paesaggio dagli attacchi indiscriminati di chi vuole fare business senza contemperare il bene comune e collettivo del paesaggio che la Chiesola offre al territorio viestano.

Pertanto, si chiede alle Autorità in indirizzo di agire come custodi della salute e controllori del paesaggio, provvedendo non solo ad annullare in via di autotutela quanto messo in atto, ma anche di non assentire per il futuro a simili progetti in aree degne di tutela come quella in questione.

I Cittadini Firmatari


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright