The news is by your side.

Un processo per diritti di pascolo a Ischitella nel 1561 (33a parte).

33

Presente il giorno il 1/10/1563 Foggia per personalmente presenti.
In quella Illoro d’Ischitella con il M. co Antonio Francescantonio Rivera e Vincenzo di Carlo di vicino l’Aquila comparvero il M. co Gaspar Rivera noto e da una parte il detto M.co Antonio Francesco per suo fratello per ciò che che era e in futuro riportato permesso dalla ragione e visto dai predetti dicendone alcune opposizioni apportate e requisite per la prestazione a cui si era stati chiamati e le pene alla presente causa e per la stessa inserendo la firma detta che si dice che non tenere che si possa con denari per un ammenda per il danno verso di esso,per le ragioni presenti e il motivo inferto dei quali prima che si siano accertati i danni stimati in comprovazioni per i quali bisognasse liquidare n’è verificasse leggittamente e si comprovasse il presunto danno che fu causato con gli animali di detti Antonio Francesco e Vincenzo ,n’è sufficienti alla piena comprovazione n’è che siano nulli i riflessi avverso a quello che si dice si è potuto deporre da qualche pretesa e figurata confessione e giudizio fatta per osservazione e avuto dai stessi m.ci Antonio Francesco e Vincenzo che fu revocata agli stessi il dominio che prima avevano e come per la lettura del processo per il lino nei quali dati assenti per udire il vero per la sopraddetta asserita confessione e giudizio fatto per banni sui parenti,ma semplicemente in modo si rifletesse sulle informazioni sentite nel luogo e non sui giudicanti notissimi ,ma secondo ciò che sia lecito dalla parte avversa per i suoi osservatori riflessa e dal basso delle fondamenta con intenzione è espressamente negato : da ciò agli altri capire con l’esposizione degli stessi il resto per concorrere infatti prima ad eleggere gli esaminatori: Li stessi magnifici rei convenuti non furono citati n’è debbano essere citati da nominarsi con sospetto e dando una lista sospetta e in questo modo di elezione furono convocati in in Regia Dogana e gli stessi magnifici rei per venti ducati non citati e udito il processo per come dagli atti appare nella terza e ultima ragione che per questo è lecita predetta non sussistesse: e tuttavia con l’assenso preventivo del danno ai tre magnifici riconosciuta tassa e estimazione per le parti. Come da antichissimo costume e osservanza della regia dogana : Non è stato liquidato e in in liquidazione l’incerto che è rimasto: per le quali persone ed altre del suo luogo e temporaneamente che si ponessero a ciò che si chiede per la stessa assoluzione della parte avversa no per banno o per pensata condanna non si suole lo stesso ,ma per il meglio a me ed altri.
Per la regia in detto Tribunale fu intimato e per intimazione alle altre parti.
Nello stesso giorno di Natale di detta udienza della dogana si costituì perché intimasse e notificasse per i curatori e le parti avverse per mezzo come sopra.

 

 

——————————-

Info pubblicitaria/ Marmeria la GARGANICA e Onoranze Funebri dei fratelli Pecorelli

Servizi funebri con la massima professionalità.
La Garganica si occupa di tutto l’occorrente per l’allestimento della camera ardente e del funerale.
Funerali completi e servizio lapideo a prezzi concorrenziali, anche con pagamento dilazionato.
Alla Marmeria Garganica in esclusiva vera e propria ARTE FUNERARIA.
Tombe, edicole, cappelle, mausolei, rivestimenti, lapidi, in pietra e ogni altro lavoro: dai pavimenti, capitelli, vasche in pietra, caminetti e tanto altro.
La Marmeria Garganica RECUPERA I TUOI SOGNI!
Marmeria la GARGANICA e Onoranze Funebri dei fratelli Pecorelli

Assistenza telefonica h24: allo 0884/ 701740 – 348/3978495

————————————————————————————————-

Giuseppe Laganella


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright