The news is by your side.

Vieste/ I Vigili Urbani lamentano il mancato rispetto di norme regionali e regolamenti. Carenza di personale e sicurezza nei servizi. Pertanto dichiarano lo stato di agitazione.

45

A firma del dott. Luigi Sabatelli, nella sua specifica qualità di Coordinatore regionale/provinciale della sigla sindacale DICCAP (Dipartimento Autonomie Locali e Polizie Locali), della segreteria Provinciale di Foggia è stata recapitata al prefetto di Foggia e al sindaco di Vieste una lettera dove la Polizia Locale viestana lamenta varie problematiche. In particolare:

– riduzione dell’organico del Settore Polizia Locale – carenza di personale e, di conseguenza, la mancata copertura dei servizi, mediante un congruo numero di operatori, soprattutto nelle fasce orarie pomeridiane/serali, sì da pregiudicare anche la sicurezza degli operatori impiegati in detti turni;

– ingerenza nell’attività di Polizia Locale da parte di un Dirigente non appartenente all’area di vigilanza- violazione dell’autonomia del Settore e della gestione;

– mancata fornitura delle divise nei termini regolamentari;

– mancate visite mediche da parte del Medico Competente;

– esposizione a rischio di alcuni servizi senza essere muniti dei Dispositivi di protezione individuale.

CONSIDERATO CHE

la situazione, rispetto a quando sono stati fatti rilevare le suddette problematiche, è rimasta invariata e che, con l’avvento della stagione estiva, di certo diventeranno ancor più gravose;

l’ampia disponibilità al dialogo ed alle trattative, messe in campo da questa O.S. non hanno trovato la giusta considerazione;
questo comportamento, a nostro parere, preclusivo ad ogni forma di collaborazione, «perpetrato a danno degli operatori della polizia municipale e dell’immagine di questa O.S., ci induce a considerare anche il danno di natura morale, psico-fisico, d’immagine ed economico;

il mancato rispetto delle norme poste a garanzia dei violati diritti e degli impegni assunti ci porta ad avviare tutte le iniziative di contrasto a suddetto comportamento;
la scrivente O.S., ut supra premesso e considerato, ritiene di dover assumere iniziative che, seppur estreme, tentino di ristabilire il rispetto delle norme contrattuali, di legge, degli accordi sindacali e di riportare l’attività lavorativa ad una favorevole condizione di tranquillità sociale, familiare e di sicurezza personale.

la vigenza delle leggi che regolano la materia, questa O.S. dichiara lo

STATO DI AGITAZIONE DELLA CATEGORIA

Ad ogni buon fine, questa O.S. invita gli Organi in indirizzo ad avviare le procedure di raffreddamento dei conflitti sulle prefate inadempienze, per la soluzione delle problematiche e scongiurare una forma di lotta qual’è lo sciopero, che, di certo, è nocumento sia all’immagine della P.A. sia alla categoria dei dipendenti pubblici.

Si informa la P.A. che, fino a diversa comunicazione, al personale de quibus non potranno essere chieste prestazioni di lavoro straordinario programmato, ovvero richieste prestazioni di lavoro diverse è difformi da quelle, ad oggi, ordinariamente disposte.

Nel rinnovare l’ampia disponibilità ad ogni dialogo costruttivo e risolutivo, in attesa della convocazione da effettuarsi nei termini di legge, è gradita l’occasione per porgere i più cordiali saluti.

 

Il Coordinatore Regionale Provinciale

Dott. Luigi Sabatelli


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright