The news is by your side.

NOTIZIE UTILI

92

Addio a WhatsApp e Telegram. Ar­riva Dostupno un’applicazione tra tutti gli operatori telefonici che garantisce l’invio di messaggi di testo ,(e altro) a costo zero, a patto di avere un minimo di credito sufficiente per effettuare la chia­mata che permetta all’app di funzionare, il credito comunque non verrà utiliz­zato. Dostupno è scaricabile su Google Play Store e dà la possibilità di inviare e ricevere messaggi gratuitamente senza limiti e senza alcuna connessione in­ternet.

IDENTITÀ ELETTRONICA

Per velocizzare le modalità di richiesta e di rilascio della la Carta d’identità elettro­nica (Cie) ci si potrà rivolgere anche a Poste italiane. A stabilirlo è un emen­damento alla manovra del ministero dell’Interno che affida la gestione di que­sto servizio pubblico a Poste italiane. La Cie è stampata dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato e inviata a casa, in teoria dopo pochi giorni. Purtroppo in alcune città (in primis la capitale) i tem­pi per la prenotazione sono veramente lunghi. Da qui la scelta di affiancare ai comuni migliaia di uffici di Poste ita­liane. Dal primo gennaio 2019 i nuovi documenti d’identità saranno rilasciati soltanto in formato elettronico, mentre il rilascio della carta di identità cartacea sarà limitato ai casi di urgenza indicati dal ministero dell’Interno e pre­cisamente per motivi di salute, viaggio, concorsi, consultazione elettorale.

I PICCOLI DEBITI

 Saranno automa­ticamente annullati i debiti di importo residuo fino a mille euro dell’Agenzia delle Entrate contratti dal 1o gennaio 2000 al 31 dicembre 2010. L’ importo ver­rà calcolato alla data di entrata in vigore del decreto fiscale, avvenuta il 24 ottobre 2018 e si ritiene comprensivo di capitale, interessi per ritardata iscrizione a ruolo e sanzioni, risultanti dai singoli carichi. Chi dovesse pagare oltre quella data avrà diritto al rimborso. Il contribuente non dovrà fare nulla per ottenere lo stralcio, poiché si tratta di una proce­dura che verrà effettuata d’ufficio di­rettamente dal Fisco, senza dover essere anticipata da domande o procedure. Do­po 1’annullamento, il contribuente po­trà verificare la sua situazione debitoria all’interno dell’area riservata Agenzia Entrate-Riscossione.

DEVI SAPERE

Per il contribuente il mese di Dicembre è impegnativo per i pagamenti. Il 17 dicembre è il termine ultimo per pagare Imu e Tasi 2018; il 20 dicembre quello per la presentazione della domanda di esenzione del paga­mento del canone tv in caso di non pos­sesso dell’apparecchio per far sì che nel­la bolletta del primo bimestre/trimestre dell’energia non venga conteggiato. En­tro il 31 dicembre le compagnie tele­foniche dovranno restituire le somme indebitamente prelevate tramite le bol­lette a 28 giorni (telefonia fissa) e entra in vigore l’obbligo di estinzione dei li­bretti al portatore non nominali. Ter­minano salvo rifinanziamenti, le risor­se economiche per accedere al Fondo prima casa gestito da Consap ed è l’ul­timo giorno utile per inviare la dichia­razione di successione all’Agenzia delle Entrate in formato cartaceo.

OFFESE PRONUNCI ATE AL VICINO

 Senza testimoni non ci può essere ri­sarcimento per ingiuria. La minaccia di allagare la casa invece è reato. E’ stata la Cassazione a stabilire che se un vicino di casa vi offende e pronuncia ogni tipo di insulto verbale nei vostri confronti, non c’è reato. Se invece per tutta ri­sposta, lo si minaccia si commette un reato. La reazione a un’offesa, quando si concretizza in una minaccia concreta e grave, è punita dalla legge penale; l’of­fesa invece, per quanto grave possa es­sere, no.

LA LEGGE 104

I permessi “104” pos­sono essere usati anche per attività non strettamente legate all’assistenza del di­sabile. Lo ha stabilito la Cassazione che ha aperto alla possibilità per chi presta assistenza al disabile di dedicare comun­que adeguati spazi temporali alle per­sonali esigenze di vita, quali la cura dei propri interessi personali e familiari, oltre alle ordinarie necessità di riposo e di recupero delle energie psico-fisiche. Secondo la Corte però, bisognerà sal­vaguardare 1’intervento assistenziale permanente, continuativo e globale.

ALCOL ALLA GUIDA

 Guidare una bicicletta in stato di ubriachezza è reato. In particolare, se il tasso alcolemico ri­levato è compreso tra 0,5 e 0,8 g/lil tra­sgressore viene punito con una sanzio­ne pecuniaria che va da 532 a 2.127 euro; a ciò si aggiunge la sospensione della patente di guida da tre a sei mesi. Se la soglia dell’alcol nel sangue supera 0,8 gr/1 le conseguenze penali sono pesanti: ammenda da 800 a 3.200 euro (rammen­da è aumentata da un terzo alla metà quando il reato è commesso dopo le ore 22 e prima delle 7 del mattino); arresto fino a sei mesi.

LA PUNIZIONE DEI FURBETTI

Facebook esercita un indebito condizio­namento nei confronti dei consumatori registrati, e senza espresso e preventivo consenso trasmette i dati dei propri clienti a siti web/app di terzi per finalità commerciali. Per questo motivo l’Antitrust ha comminato una multa di 10 milioni di euro a Facebook Ireland Ltd. e della sua controllante Facebook Ine. L’indebito condizionamento deriva dall’applicazione di un meccanismo di preselezione del più ampio consenso al­la condivisione di dati. La decisione dell’utente di limitare il proprio con­senso comporta, infatti, la prospettazio­ne di rilevanti limitazioni alla fruibilità del social network e dei siti web/app di terzi; ciò condiziona gli utenti a man­tenere la scelta pre-impostata da Face­book.

DAL MONDO DELLE ASSOCIAZIO­NI

Il Fondo Prima Casa, sta esaurendo le proprie disponibilità finanziarie e ri­schia, secondo quanto reso noto dall’Abi, di trovarsi «a secco» entro dicem­bre 2018. L’Adoc, alla luce anche del recente rialzo dei tassi dei mutui, au­spica un immediato rifinanziamento del Fondo, in modo che possa continuare a tutelare i cittadini più bisognosi e so­stenere il mercato edilizio e del lavoro in un momento di particolare crisi. Il Fon­do prevede la concessione di garanzie a prima richiesta sui mutui, dell’importo massimo di 250mila euro, per l’acquisto di unità immobiliari da adibire ad abitazione principale. Il Fondo è gestito da Consap e ha permesso, nel tempo, di erogare oltre 90mila mutui, per un va­lore di oltre 10 miliardi di euro, favo­rendo in particolare le giovani coppie e gli under 35. Ha quindi rappresentato, e rappresenta tuttora, un importante strumento di garanzia sociale verso quella fascia di popolazione che ha mag­giori difficoltà nell’accesso al credito.
   


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright