The news is by your side.

Terza categoria/ Il Cagnano avverte tutti e rilancia le sue ambizioni

108

Chi vuole vincere il campionato regionale di seconda categoria deve fare i conti con il Cagnano attualmente terzo. Il presidente Giovanni Coccia e il dg Giuseppe Russo sono schietti, otti­misti, sempre cordiali: l’aplomb, per esempio, di Russo non si smentisce mai, rispecchiando fedelmente i principi fondanti di quel sodalizio in cui opera da due anni. Chiamato ad analizzare il momento dei suoi, Rus­so dispensa parole dolci, evitando la comodità degli alibi e l’eccesso di vanità, come non potrebbe essere altrimenti: «Alla ripresa del cam­pionato sarà un momento decisivo – dice -. Una prima parte della stagione in positivo ricordando che noi siamo ima matricola. Merito del gruppo, della disponibilità di questi ragazzi. Ora c’è ancora tanto entusiasmo, ri­partiamo da lì». Un paio di partite in cui la squadra non ha girato. «Si – racconta ancora Russo -, abbiamo dovuto fare i conti con diversi infortuni, alcuni di peso. Il nostro tecnico ha dovuto schierare praticamente sempre una formazio­ne diversa, e questo è un fattore considerevole. Però qui il gruppo viene prima di tutto, e non tarde­remo a risalire la china». Giuseppe Russo è ottimista. «Tutto ciò che ruota attorno al nuovo mo­dulo – rimarca -. A livello di gioco ha prodotto frutti interessanti, inoltre ha rivo­luzionato le ge­rarchie, gene­rando nuova competizione in­terna. L’impe­gno ora è anche maggiore rispet­to a prima, ed è un’ottima base per impostare un lavoro». Tanti giocato­ri si sono messi in evidenza: a Ca­gnano si guarda alla categoria su­periore. «Siamo al secondo anno del progetto e non dobbiamo nascon­derci – conclude Russo -. Chi non vive il mondo dell’Audax Cagnano non può capire».

A.V.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright