The news is by your side.

Vieste – CONTINUA IL PASCOLO ABUSIVO NEI FONDI PRIVATI

35

Continua incessante nelle campagne di Vieste il fenomeno  e il pascolo abusivo degli animali vaganti che costituisce un serio problema, per le molteplici conseguenze in termini di danni alla proprietà privata, di pubblica incolumità (essendo non di rado causa di incidenti) e, non ultimo, per l’igiene e la sanità pubblica. Le foto di seguito dimostrano lo “sforamento” degli animali con recinzione recisa di un fondo privato permettendo a cavalli e mucche di pascolare a piacimento all’interno di un fondo privato.

Ricordiamo agli allevatori finti distratti che il pascolo abusivo è disciplinato dall’art. 636 del Codice Penale: “ Chiunque  introduce o abbandona animali in gregge o in mandria nel fondo altrui è punito con la multa da dieci euro a centotre euro. Se l’introduzione o l’abbandono di animali, anche non raccolti in gregge o in mandria, avviene per farli pascolare nel fondo altrui, la pena è della reclusione fino a un anno o della multa da venti euro a duecentosei euro. Qualora il pascolo avvenga, ovvero dalla introduzione o dall’abbandono degli animali il fondo sia stato danneggiato, il colpevole è punito con la reclusione fino a due anni e con la multa da cinquantuno euro a cinquecentosedici euro. Il delitto è punibile a querela della persona offesa”.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright