The news is by your side.

Vieste in mountain bike. Domani la MEDIOFONDO DEL GARGANO, penultima tappa del circuito

20

Mare, bosco, montagna. Il circuito dell’Iron Bike fa tappa a Vieste. Domenica prossima la “Mediofondo del Gargano”. La manifestazione dedicata alle mountain bike toma in provincia di Foggia per celebrare la penultima tappa del circuito, che precede la lunga pausa estiva. «Fervono i preparativi per l’attesa tap¬pa garganica dell’Iron Bike, che, dopo il grande successo della gara di Biccari, toma nel Foggiano con la “Mediofondo del Gargano” – evidenziano, in una nota, gli organizzatori della kermesse ciclistica -. E’ la penultima tappa prima della lunga pausa estiva (domenica 9 giugno c’è la new entry Rocca Imperiale, poi appun¬tamento a settembre e ottobre con Gra¬vina, Spinazzola e Ruvo). A Vieste il 2 giugno si disputerà la sesta edizione della “Mediofondo del Gargano” di mountain bike, con il tradizionale arrivo sulla spiaggia dell’Hotel I Melograni. Orga¬nizzata dal team Eurobike di Corato, è la settima tappa del circuito Iron Bike, che sta animando la stagione pugliese e lu-cana di ciclismo in fuoristrada. Ancora ima volta la scelta del ponte del 2 giugno rappresenta l’occasione giusta per offrire ai partecipanti un pacchetto di sport, mare, natura e cultura».Un weekend di benessere e festa, una manifestazione a cui si può partecipare scegliendo il per¬corso corto (35 chilometri) o il tracciato della Mediofondo (55 chilometri).La ker¬messe è organizzata con la partnership dell’Hotel I Melograni, dell’amministra¬zione comunale di Vieste e del Parco Nazionale del Gargano. Le iscrizioni sono aperte sia sul portale dei cronometristi Icron.it che su quello della Federazione Ciclistica Italiana (Fat¬tore K). «Punti di forza è l’arrivo sulla battigia della spiaggia dell’Hotel I Melograni, un passaggio tecnico più unico che raro nel panorama della mountain bike italiana, che segue la lunga traversata in Foresta Umbra – sottolineano i promotori dell’Iron Bike -. Un tracciato unico nel suo genere: unisce in pochi chilometri le spiagge del Gargano alla montagna. Dal caldo del mare si passa in fretta alla frescura dell’affascinante Foresta Umbra. Percorso impegnativo: tre lunghe salite, elevata componente adrenalinica per via delle divertenti e tecniche discese nei meandri del bosco e del suggestivo pas¬saggio nel cuore ombroso della foresta, dove a farla da padrone sono i caprioli, gli scoiattoli e le insidiose radici dei faggi secolari. Il ritorno verso Vieste è ima lunga picchiata verso il mare, i cui colori si cominciano ad intravedere a 10 chi¬lometri dall’arrivo, ma le difficoltà non sono finite, con l’ultimo “dentello” e il tratto di sabbia che conduce al vittorioso arrivo in riva al mare Adriatico». Raffaele Fiorella


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright