The news is by your side.

Seconda Categoria/ Peschici è un cantiere ma servono sponsor. La dirigenza sta pensando alla nuova squadra.

16

In casa del Peschici, dopo il successo nel campionato di terza categoria, già si prepara il prossimo campionato regionale di Seconda. Mantenere l’ossatura, piazzare i colpi giusti e ripartire con entusiasmo. Queste sono le priorità della società granata. Lo zoccolo duro resterà, rimarranno i giocatori che in terza sono stati i veri trascinatori dei garganici. Con loro, si aggregheranno tutte le nuove forze che verranno annunciati nelle prossime settimane. L’intento societario è limpido e cristallino: provare a fare ancora bene e crescere quanti ragazzi possibili del territorio. «Proveremo a ripeterci – annuncia il presidente Gianni Ranieri – ci saranno sicuramente diverse squadre allestite per far bene, ma noi non saremo da meno e abbiamo tutta l’intenzione di ripeterci anche in Seconda. E’ un successo per noi poter mantenere l’ossatura portante della rosa, e, come presidente, ringrazio di cuore tutti i ragazzi che decideranno di restare. Il gruppo, l’amicizia e la capacità di fare del collettivo la nostra forza saranno le certezze da cui ripartiremo per disputare un campionato di vertice. L’entusiasmo è tanto, ricominciamo con lo spirito giusto, poi parlerà il campo». Il Peschici ripartirà con la voglia di arrivare ancora più su. Lo stratosferico campionato di terza e soltanto un gioco che è stato interrotto, un ciclo che è arrivato da qualche parte e che si è fermato, ma non si è chiuso. Ma dopo un ciclo, ne segue un altro. E quando un gioco si interrompe, può anche ripartire. Da dove si era fermato. Deve, anzi, ripartire, da quel punto e da quel momento esatto. Si ricomincia, si riparte. Certo, sappiamo che il punto è quello che è, cioè la categoria superiore. Ci sarà da sudare, lavorare, essere umili, prender le botte e darne, correre più degli altri prima di giocare meglio degli altri. D’altronde Flaminio, Silvestri, Mastromatteo, Borgia e Di Stolfo hanno davvero sorpreso. E Ranieri e soci potrebbero rifarlo anche in seconda. Il calcio a Peschici è tornato a vivere, ma ha bisogno di costanza da parte dei giocatori e del supporto di sponsor e delle istituzioni locali per sperare di raggiungere ulteriori traguardi. A Vill.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright