The news is by your side.

Scuola/ Quasi 800 prof. Torneranno in Puglia per la prossima campanella

21

Sono 5.585 i docenti del­la Puglia che hanno avuto esi­to positivo alla loro richiesta di mobilità in vista del nuovo anno scolastico, il 2019/2020. Di questi, 4.788 si sposteran­no da una provincia all’altra, all’interno della regione. Men­tre quasi 800 insegnanti (797 con esattezza, il 14%) rientre­ranno da altre regioni. Ques­ti ultimi si trasferiranno so­prattutto dalla Lombardia (157 trasferimenti), dal Lazio (136)

e dall’Emilia Romagna (131). Nel 2018/2019 gli insegnan­ti che si sono spostati in Pug­lia da un istituto all’altro sono stati 4.703 (85 in meno rispet­to al 2019/2020). E un anno fa sono stati poco piu’ di 700 i do­centi rientrati in Puglia. I rien­tri quest’anno registrano, dun­que, un +13%. I risultati del­la mobilita’ quest’anno sono usciti con un mese di antici­po rispetto al 2018. E sono sta­ti diffusi in contemporanea per

tutti gli ordini e gradi di scuola, non scaglionati come avveniva in precedenza. La mobilita’ e’ la procedura tramite la quale i docenti possono cambiare scu­ola di titolarità’ o passare da un grado di istruzione all’altro. “Anticipare i tempi della mobil­ita’ ci consente di dare prima certezze al sistemale agli in­segnanti – commenta il ministro dell’Istruzione, dell’Università’ e della Ricerca Marco Bussetti -. Andiamo incontro alla scuo­

la, agli studenti e alle famiglie, ma anche agli insegnanti, che dedicano la loro vita per prepa­rare i nostri ragazzi al futuro. Quest’anno siamo riusciti, an­che grazie ai posti liberati dalla ‘Quota 100’ a garantire un nu­mero maggiore di rientri. An­dremo avanti per sostenere i docenti che sono stati danneg­

giati dai trasferimenti deter­minati dal tristemente noto al­goritmo della 107. Intanto rin­grazio i nostri uffici periferici per il grande lavoro svolto per la mobilita’ che ci ha consen­tito di guadagnare un mese di tempo nel definire le cattedre del prossimo anno scolastico. Uno sforzo della nostra ammin­

istrazione che sara’ una rego­la per il futuro: abbiamo avvi­ato un percorso di efficienza e di rispetto, che dovrà’ essere il senso di tutto il nostro lavoro”. Degli oltre 5.400 trasferimenti pugliesi per il nuovo anno sco­lastico piu’ di uno su tre riguar­da la scuola secondaria di II grado (sono 2.105 i professori che si muoveranno). A seguire i maggiori movimenti sono nel­la primaria (1.440) e nella sec­ondaria di primo grado (1.285). I restanti 755 si registrano per la scuola dell’infanzia.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright