The news is by your side.

VIESTE ARCHEOFILM, BUONA LA PRIMA

21

Grande successo di pubblico per la prima serata di Vieste ArcheoFilm. Più di 400 persone hanno partecipato alla serata, nella meravigliosa location del Castello di Vieste, sede della Marina Militare. Un ringraziamento a Valerio Massimo Manfredi e Francesco d’Ayala per aver condotto il pubblico attraverso la storia. Il fascino intramontabile dell’antico Egitto e la vera storia della battaglia di Canne hanno inaugurato, ieri 12 luglio nel castello di Vieste, la prima edizione di “ VIESTE Archeofilm”, il festival internazionale del cinema di Archeologia Arte e Ambiente. Tutankhamon, i segreti del faraone: un re guerriero di Stephen Mizelas è il titolo della pellicola che ha aperto il festival partendo dal favoloso tesoro di Tutankhamon scoperto intatto quasi un secolo fa. Il secondo film in proiezione è stato “Apud Cannas” il film (animato, su base 3 D) del regista Francesco Gabellone che ha riproposto la “battaglia per eccellenza”, una tra le più studiate dai militari di ogni tempo per una strategia bellica che ha fatto scuola. Ospiti della serata è stato lo scrittore Valerio Massimo Manfredi intervistato da Francesco D’Ayala, giornalista Rai Radio1, storica voce de “il mattino di Radio Rai 1”. Vi ricordiamo che tutti i film concorrono per il “Premio Venere Sosandra – Vieste 2019” attribuito da parte del pubblico che, in veste di giuria popolare, ogni sera esprime il proprio giudizio sulle pellicole attraverso la compilazione di una scheda, consegnata prima dell’inizio delle proiezioni. Vi aspettiamo questa sera con il seguente programma della serata: Sabato 13 luglio – ore 21:00 Primo Film in proiezione: Olimpia, alle origini dei Giochi Regia: Olivier Lemaitre – Consulenza scientifica: Louvre, Olympia museum, ACTA reconstitution ancient sports – Produzione: Sequana média, Kalisté Productions – Nazione: Francia -Durata: 52’ Sia santuario religioso che sito sportivo, Olimpia fu, per quasi mille anni, sede dei giochi più prestigiosi dell’antica Grecia. Gli archeologi hanno indagato buona parte del sito e hanno rinvenuto grandi quantità di ceramiche dipinte che rappresentano gli atleti. Ma queste scene sono una rappresentazione accurata della realtà? Utilizzando ricostruzioni e immagini tridimensionali, il documentario riporta in vita le meraviglie passate di Olimpia e immerge lo spettatore nel cuore dei celebri Giochi. Secondo film in proiezione: Il misterioso vulcano del Medioevo (vincitore Premio “Firenze ArcheoFilm 2018”) Regia: Pascal Guérin – Consulenza scientifica: Franck Lavigne, LGP CNRS Meudon, Jean-Christophe Komorowski, IPGP, CNRS, Myriam Khodri, IRD – Produzione: Kwanza, CNRS Images, Blink Films, IRD – Nazione: Francia – Durata: 52’ Il film mette in primo piano il lavoro minuzioso di ricerca, perseveranza, collaborazione e intuizione, degli scienziati che hanno dedicato tanti anni alla ricerca di un misterioso vulcano attivo nel Medioevo. Una scoperta fondamentale per comprendere come le eruzioni vulcaniche hanno trasformato il clima del pianeta e gli ecosistemi condizionando la vita quotidiana dei popoli… Gli ospiti della serata saranno Daniele Manacorda archeologo Università di Roma3 e Giuliano Volpe archeologo Università di Foggia In caso di maltempo la manifestazione si svolgerà, comunque, all’interno della sala normanna del castello.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright