The news is by your side.

Il mare di Puglia tra i più puliti d’Italia. Conclusa la campionatura di Goletta Verde, l’imbarcazione ecologica di Legambiente.

18

Un’indagine assolutamente soddi­sfacente. Appena cinque campiona­menti su ventinove eseguiti lungo le coste pugliesi risultano fuori dai limiti di legge e di questi solo tre sono “fortemente inquinati”. Un esito certamente migliorabile, ma comunque tra i migliori rispetto alla media nazionale. Nel mirino ci sono sempre canali e foci che con­tinuano a riversare in mare scarichi non adeguatamente depurati come nel caso dello sbocco della vasca di Boccadoro a Trani (Bat), la foce del canale in contrada Posticeddu sul litorale Apani, a Brindisi, e il canale di scarico di Marina di Leuca a Castrignano del Capo. È questo in sin­tesi l’esito del monitoraggio svolto lungo le coste pugliesi dall’equipe tecnica di Goletta Verde, la storica campagna di Legambiente dedicata al monitoraggio ed all’informazione sullo stato di salute delle coste e delle acque italiane. Il monitoraggio di Legambiente prende prevalentemente in considerazione i punti scelti in base al “maggior rischio” presunto di inquinamento, individuati dalle segnalazioni non dei circoli di Legambiente e degli stessi cittadini attraverso il servizio SOS Goletta. Foci di fiumi e torrenti, scarichi e piccoli canali che spesso troviamo sulle nostre spiagge che rappresentano i veicoli principali di contaminazio­ne batterica dovuta alla insufficiente depurazione dei reflui urbani o agli scarichi illegali che, attraverso i corsi d’acqua, arrivano in mare. I parametri indagati sono microbiologici e vengono considerati come “inquinati” i campioni in cui almeno uno dei due parametri supe­ra il valore limite previsto dalla normativa sulle acque di balneazione e “fortemente inquinati” quelli in cui i limiti vengono superati per più del doppio del valore normativo. Permangono, poi, le criticità sulla cartello­nistica informativa rivolta ai cittadini che, nonostante sia obbligatoria, non viene ancora rispettata. Indicazioni che hanno la funzione di divulgare la classe di qualità del mare. Nei ventinove punti monitorati, solo a Baia di Otranto i tecnici di Goletta Verde hanno segnalato la presenza di questo cartello.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright