The news is by your side.

Casa Sollievo, il Comune di San Giovanni chiede 2 milioni di Imu al Vaticano

20

Il Comune di San Giovanni Rotondo vuole 2 milioni dalla santa Sede per l’Imu non pagata sull’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza. E’ quanto scrive il Corriere della Sera nell’ambito di una inchiesta dedicata proprio sull’ospedale di Padre Pio. Al centro del caso ci sono l’immobiliare Casa Sollievo che possiede gli immobili ospedalieri (oltre ad una stalla con 700 bovini) e la Fondazione Casa Sollievo che gestisce la struttura  ospedaliera con 900 posti letto a San Giovanni Rotondo. Ad entrambe sono stati notificati avvisi di accertamento salatissimi. La Fondazione, presieduta da Padre Franco Moscone, arcivescovo di Manfredonia-Vieste-San Giovanni, è un ente sotto la vigilanza del Vaticano nella persona del cardinale Segretario di Stato pro tempore. Il Comune di san Giovanni Rotondo, oggi guidato dal dem Michele Crisetti, ha chiesto i pagamenti sull’imposta municipale sul possesso dei fabbricati finora mai espletati. Ma l’Immobiliare della Santa Sede ha fatto subito ricorso ottenendo, per ora, lo stop all’esecutività degli atti in attesa di entrare nel merito. Intanto il bilancio 2018 dovrebbe essersi chiuso con circa 2-3 milioni di perdita. Al neo direttore generale Michele Giuliani, che da aprile ha sostituito Domenico Crupi, toccherà risolvere la grana fiscale che preoccupa e non poco la Segreteria vaticana.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright