The news is by your side.

Eccellenza/ L’Atletico Vieste già a pieno regime. Momento double face per le formazioni foggiane. Tra chi corre e aspetta il torneo e chi cerca una nuova identità

28

San Severo ancora tutto da decifrare mentre il Vieste, l’Orta Nova ed il San Marco si regalano colpi importanti al calciomercato. In Eccellenza pugliese tre delle quattro compagine daune sono già in ritiro e stanno preparando la prossima sta­gione, i giallogranata del San Severo sono attualmente non solo senza allenatore ma c’è un’intera squadra da costruire. La matricola San Mar­co del presidente Aniello Calabrese si è regalata la prestazione del gio­vane talentuoso sangiovannese Giuseppe Molenda. Tre anni al Man­fredonia con una parentesi a Chieti, Francavilla a Mare e l’anno scorso Vieste. Dopo una settimana di al­lenamenti in casa celestegranata, l’attaccante sangiovannese ha cestinato altre proposte sposando il progetto dei garganici. Altri due colpi di mercato per l’Orta Nova, che nelle ultime ore ha ufficializzato gli innesti dell’esterno offensivo Alessandro Dell’Oglio, e del terzino destro Lorenzo Grana­tiere. Per Dell’Oglio, classe ‘88, si tratta di un ritorno, avendo vestito nella scorsa stagione la maglia dello Sporting Donia, e con un passato tra eccellenza e serie D con le maglie di Trani e Pro Vasto. Granatiero, clas­se ‘97, conta invece 46 presenze in serie D, 14 nel campionato Prima­vera, 10 in serie D e diverse altre presenze nei campionati giovanili e dilettantistici, con le maglie di Man­fredonia, Catania, Gavorrano, Carpi e Francavilla, un colpo davvero im­portante, raggiunto grazie all’accor­do con il suo procuratore Claudio Sasso.

Due colpi importanti per pun­tellare una rosa che avrà il compito di centrare la salvezza nel campionato di eccellenza. Due conferme in casa del Vieste. Restano in biancazzurro il capitano Francesco Sollitto e il centrocampista Angelo Colella, entrambi colonne portanti del sodalizio garganico. Viestano pu­rosangue classe 1987, Sollitto, si è formato ed è cresciuto nella squadra della sua città. Uno dei tanti artefici del triplo salto dalla seconda ca­tegoria all’eccellenza ha realizzato anche gol pesanti, il più importante, quello di otto anni fa al Francavilla che valse la salvezza ai play-out nel massimo campionato regionale. A completare il suo curriculum anche una breve esperienza al Manfre­donia in serie D. Centrocampista classe 1987, nativo invece di Roc­chetta Sant’Antonio, Colella, muove i suoi primi passi da calciatore sul campo del paese natale, sotto gli occhi attenti di un tecnico speciale, suo padre Antonio. Il debutto con i grandi risale al 2005/06 con la maglia del Bovino in prima categoria. Tre stagioni sem­pre giocate da titolare dove mette in mostra tutte le sue grandissime qua­lità da interno di centrocampo ca­pace di dettare alla perfezione i tempi di gioco e di farsi trovare sempre pronto in zona gol. Matteo De Vita vestirà ancora la maglia del Vieste. Dopo l’ufficialità del ritorno di Simone Ricucci arriva anche quella dell’attaccante viesta­no (classe ‘94) Matteo De Vita. Anche Simone Ricucci toma in biancazzurro. Colpo di mercato in entrata per il sodalizio garganico che si assicura il ritorno a casa del forte esterno foggiano (’96). Ricucci torna a vestire la casacca biancazzurra per la terza volta dopo le precedenti esperienze alla corte di Angelo Terracenere, prima, e Massimo Oli­vieri, dopo. Queste le 16 forma­zioni dell’Eccellenza pugliese (girone uni­co): Alto Tavoliere San Severo, Atletico Vieste, Audace Bar­letta, Barletta, Cora­to, Deghi Calcio Lec­ce, Fortis Altamura, Gallipoli, Martina Calcio, Moffetta, Otranto, San Marco, Orta Nova, Ugento, Unione calcio Bisceglie e Trani calcio. Insomma un campionato che at­tirerà le attenzioni di tutta la re­gione. Martina, Trani, Barletta e Gallipoli le più blasonate con espe­rienza in serie C come il San Se­vero.

A.V.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright