The news is by your side.

Vieste/ Don Antonio Spalatro: chiusura processo diocesano. CONTO ALLA ROVESCIA –

27

– 19

25 Agosto 2019

     La parrocchia, a cui fu destinato come parroco, fu il SS. Sacramento. Era una parrocchia sorta da pochi anni e conosciuta come Convento, perché la chiesetta era quella dei Cappuccini che per secoli l’hanno abitato. Confiscato definitivamente nel 1811, il Convento era stato adibito a Caserma della Finanza. L’ubicazione della parrocchia era periferica rispetto all’abitato cittadino e formato da quartiere poverissimo, per lo più abitato da pescatori e lavoratori della terra con famiglie numerose. Don Antonio era il secondo sacerdote chiamato ad esercitare il suo ministero in quella parrocchia. Scelse come programma da attuare nella nuova realtà: l’istruzione religiosa, la liturgia, il sollievo della carità. In quella parrocchia vi rimase dal 26 novembre 1950 alla morte che sopraggiunse in età prematura il 27 ottobre 1954. Vi rimase per quattro anni, lavorando sodo non solo per costruire l’edifico spirituale, ma anche per adeguare, per quanto era possibile, la struttura muraria per ospitare una parrocchia nascente.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright