The news is by your side.

Vieste è pronta a partecipare alla seconda edizione del G20 delle spiagge. Ambiente, Sicurezza, Promozione, Fiscalità locale e Direttiva Bolkestein i temi in discussione

25

Vieste è pronta a partecipare alla seconda edizione del G20s, “Il summit delle spiagge italiane”. Un vertice nel quale i primi cittadini, esponenti politici, tecnici, studiosi, rappresentanti delle associazioni di categoria e decision makers si incontrano per conoscersi e discutere insieme le linee guida per lo sviluppo strategico delle spiagge più visitate della Penisola. Ad ospitarlo sarà la Toscana (Castiglione della Pescaia) dal 18 al 20 settembre prossimi. Otto le regioni rappresentate: Veneto, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Campania, Puglia, Toscana, Sardegna e Sicilia. In totale sono 20 le località balneari che partecipano all’edizione di quest’anno, selezionate in base alle presenze registrate nel 2017 (con l’esclusione delle grandi città: Venezia, Napoli, Genova, Palermo), e che da sole sono riuscite ad attirare più di 70 milioni di turisti. I rappresentanti, per il Comune di Vieste: il sindaco Giuseppe Nobiletti e l’assessore al Turismo, Rossella Falcone, concordano che bisogna innescare un cambiamento e guardare non solo in una ottica di destinazioni balneari ma come mete turistiche nel loro complesso e lavorare in tal senso.

Questi i comuni che saranno presenti al G20S: Cavallino-Treporti, Jesolo, San Michele al Tagliamento, Caorle, Rimini, Riccione, Lignano Sabbiadoro, Cervia, Cesenatico, Sorrento, Bellaria – Igea Marina, Comacchio, Vieste, Cattolica, Castiglione della Pescaia, Forio, Chioggia, Ischia, Grado, Arzachena. In ogni edizione vengono inoltre coinvolte altre sei destinazioni turistiche: quest’anno ci saranno i comuni di Viareggio, San Vincenzo, Orbetello, Rosolina, Taormina e Grosseto.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright