The news is by your side.

Turismo/ Forse si è arrestato il lento declino di Rodi Garganico. Il sindaco D’Anelli: “Non solo il porto sono tanti i fronti aperti”

29

L’estate rodiana è andata abbastanza bene, si è registrato un trend più che positivo, perfino il tempo è stato cle­mente – ha esordito a l’Attacco, il Sindaco di Rodi Garganico Carmine D’Anelli – quest’estate ha visto fiumi di persone passeg­giare per le nostre strade. Ovviamente bisogna considerare il muta­mento delle vacanze dei turisti – ha preci­sato – per tutta una serie di problemi oggi la gente prenota per Una o due settimane al massimo, o sceglie il weekend. Non di più”. Intanto, un ruolo da protagonista sulla buo­na riuscita dell’estate rodiana lo ha giocato il porto turistico rodiano che potrebbe rien­trare, a detta di molti, nelle grazie del Go­verno Conte. Come già accennato dal nostro giornale, in­fatti, nella “seconda tranche” del CIS di Ca­pitanata potrebbe rientrare anche la struttu­ra rodiana a guida Masiero, asso vincente del turismo. È questa la speranza dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco d’Anelli che mira a finanziare coi fondi del Contratto istituzionale di sviluppo il progetto volto a rendere Rodi meta del turismo crocieristico.

“Per quel che ne concerne il CIS incrocio le dita – ha replicato – finché non vedrò nero su bianco e con tanto di comunicazione ufficia­le non potrò ritenermi felice. A riguardo degli interventi di Capitanata è stato comunque inviato un progetto per la realizzazione di un terminal bus per grandi yatch allo scopo di addurre un turismo ricco – ha spiegato il pri­mo cittadino – già quest’anno sono passate da noi barche meravigliose da 40 e 50 metri, con a bordo gente facoltosa.

A Rodi sono giunti personaggi televisivi come Preziosi, Scamarcio e Marco Giampaolo, c.t del Milan. Segno che questa struttura viene oggi vista in maniera diversa. Il 21 prossimo saremo a Genova per ritirare l’ennesimo premio per il nostro porto, già ri­conosciuto come migliore struttura turistica europea a Ginevra – ha continuato D’Anelli – aspettiamo ora quest’altro riconoscimento di Assonautica al lavoro svolto dal Comune di Rodi e da Masiero”. Intanto sulle barriere strutturali come mezzo di contrasto all’insabbiamento il sindaco ha risposto: “Siamo in dirittura di arrivo. Sono cose complesse. Stiamo lavorando in pro­getti di cui uno quasi concretizzato. Nel giro di un paio di anni avremo una situazione del tutto diversa”. Un’altra decisiva svolta per Rodi Garganico dovrebbe giungere anche dal fronte culturale: tante le novità per que­sto l’inverno. “A ottobre avremo quasi un mese di rassegne e presentazioni – ha com­mentato il Sindaco – stiamo lavorando per recuperare ed esporre i lavori fatti da Andrea Pazienza.

Per l’intero arco dell’inverno avremo un per­corso continuo del Rodi Art nei porto facen­te parte del progetto “Up and down”, ovver sali e scendi tra porto e paese insieme ad al­tri centri culturali. Da ricordare che sono par­titi i lavori nella nostra biblioteca che, grazie ad un finanziamento di 800 mila euro, sarà ora all’avanguardia e potrà essere consul­tata con un semplice click anche dalla pro­pria camera d’albergo attraverso un sempli­ce telefonino o tablet. Metteremo in rete an­che il centro di visita museale con la spe­ranza che ciascun pezzo del puzzle vada nel posto giusto”.

l’attacco


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright