The news is by your side.

Vela/ Pizzomunno Cup torna a veleggiare. Oggi e domani c’è la regata a Manfredonia.

19

Archi­viate le due precedenti regate del “Grande slam del Garga­no”, che raccoglie tutte le competizioni agonistiche estive del promontorio, l’appuntamento più importante degli amanti della vela coincide ovviamente con la 27.ma edizione della “Pizzomunno Cup” di oggi e domani che, di fatto, chiude la stagione estiva. Oggi, infatti, partirà la più nota e prestigiosa regata garganica di 25 miglia che unisce, tra andata e ri­torno, Manfredonia con Vie­ste.

«Il fascino della costa e le difficoltà delle regate sono le caratteristiche principali della Pizzomunno Cup e dell’intero Grande Slam del Gargano – rimarca l’organizzatore Enzo Ormas -. Anche quest’anno ci sono state tutte le condizioni per assistere ad uno spettacolo unico con il massimo gradi­mento dei sempre numerosi partecipanti». Ancora più en­tusiasta risulta Gigi Olivieri. «Siamo all’ultima manifesta­zione velica di settembre – ri­badisce il presidente della Lega navale di Manfredonia – ed ogni anno aumenta il successo rispetto alla precedente edizio­ne con eventi sempre più in­teressanti ed impegnativi. Que­st’anno siamo alla ventisette­sima edizione, al momento ci sono ben quaranta preiscrizio­ni e contiamo di superare que­sta cifra abbondantemente il numero della passata edizione. Ovviamente, siamo tutti sod­disfatti». A chiudere, Massimo Tringale. «E grande slam del Gar­gano ormai si sta consolidando – osserva il consigliere allo sport della LNI Manfredonia – tant’è tramite questa bellissi­ma regata per l’anno prossimo prevediamo di organizzare un grande slam ancora più com­petitivo. Praticamente, con quest’ultima regata avremo si­curamente cinquanta imbarca­zioni iscritte, le previsioni del tempo al momento sono con­fortanti e quindi speriamo che tutto proceda per il meglio in modo che i partecipanti pos­sano ammirare le nostre belle coste”. Le previsioni meteo, in­fatti, precedono delle condizio­ni ideali per far si che sole e vento assistano al meglio i par­tecipanti.

Michelangelo Guerra


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright