The news is by your side.

Spiacevole ostacolo che riguarda il servizio di Vigilanza Ecologica Volontaria.

25

Riceviamo e pubblichiamo

Gentile redazione di Ondaradio, vi scriviamo per esporre uno spiacevole intoppo che riguarda il servizio di Vigilanza Ecologica da parte delle Guardie Ecologiche Volontarie. Come ben sapete, i primi comuni della provincia di Foggia che hanno aderito ad attivare il servizio di Vigilanza Ambientale Volontaria sono stati il comune di Vico del Gargano e quello di Vieste, con un’apposita convenzione tra le due singole amministrazioni, il raggruppamento di Guardie Ecologiche e l’ente Provinciale, quest’ultimo sovraintende le convenzioni stipulate dai Comuni che ne fanno esplicita richiesta e avvia il servizio di Vigilanza Ecologica. Nei comuni del Gargano, dove operano delle Guardie Ecologiche Volontarie del luogo in maniera efficace, tale servizio sta dando degli ottimi risultati, infatti si è ridotto dell’80% l’abbandono dei rifiuti, questo grazie sia ad una corretta informazione sulla raccolta dei rifiuti differenziata, ma anche ad un attenta vigilanza e di contrastato a questo sgradevole fenomeno, portando a sanzionare i trasgressori che non rispettano le norme. Purtroppo, non tutti i comuni della provincia di Foggia hanno aderito ad attivare questo importante servizio di Vigilanza Ecologica Volontaria, quindi le altre Guardie Ecologiche Volontarie di altri luoghi della provincia si ritrovano ad essere in “S tand-By”. Infatti, anche se decretate, non possono ugualmente svolgere il sevizio di Vigilanza Ambientale Volontaria se non vi è la convenzione nel loro territorio comunale di appartenenza. Inoltre l’ente Provinciale, rilascia i tesserini di riconoscimento alle Guardie Ecologiche Volontarie, solo dopo la convenzione dei comuni che fanno richiesta per attivare il servizio. Sarebbe opportuno che sia proprio l’ente Provinciale a stipulare la convenzione con il raggruppamento di Guardie Ecologiche Volontarie, oppure fa in modo che anche le altre Guardie Ecologiche Volontarie possono svolgere il servizio di Vigilanza Ambientale nel loro territorio comunale, senza il vincolo delle convenzioni con i comuni, garantendo così un maggior controllo di tutela ambientale anche in altre zone della provincia, anche in qualità di “sentinelle del territorio”, visto la piaga degli abbandoni dei rifiuti che interessa il territorio dell’intera provincia, dal Gargano ai Monti Dauni.                                                                         


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright