The news is by your side.

Giuseppe Testa domina il 24° Rally del Molise. Completano il podio Marco Silva e Bartolomeo Solitro

15

Si conclude nel segno di Giuseppe Testa e Massimo Bizzocchi il 24° Rally del Molise, gara valida per la settima zona di Coppa Italia.

L’equipaggio portacolori dell’Aci Team Italia è autore di una prestazione stratosferica e piazza dinanzi a tutti la performante Skoda Fabia R5, dopo aver fatto segnare peraltro il miglior tempo in tutte le prove speciali in programma. Per Giuseppe si tratta del terzo sigillo consecutivo dopo quelli ottenuti nel 2017 e nel 2018 nella gara di casa, inorgogliendo di fatto un’intera popolazione che non ha mai smesso di incitarlo in tutte queste stagioni trascorse lungo la Penisola italiana e nella parentesi mondiale del WRC3. Una prestazione insomma degna di nota che gli consente di aggiudicarsi anche lo speciale Trofeo Giuseppe Matteo, ideato per commemorare la scomparsa prematura e dolorosa di un ragazzo splendido nonché molto legato allo stesso driver molisano.

Piazza d’onore per l’altra Skoda Fabia R5 di Marco Silva e Giovanni Pina. I due volti noti del rallysmo nazionale erano giunti a Campobasso per ritagliarsi uno spazio importante nella classifica assoluta e così è stato, regalando anche molto spettacolo al numerosissimo pubblico assiepato a bordo strada dei tratti cronometrati. Una presenza molto gradita la loro, sperando di poterli rivedere in queste zone anche in futuro.

Terzo gradino del podio per Bartolomeo Solitro e Alberto Porzio. Il veterano pilota di Vieste, dopo il primato ottenuto nella classe R2B nell’edizione numero 23 della gara, ha deciso di alzare ulteriormente l’asticella e di presentarsi ai nastri di partenza disponendo di una ben più performante Skoda Fabia R5. Una scelta rivelatasi vincente e che gli consente di entrare con merito nel prestigioso Albo d’Oro del rally organizzato con passione e dedizione dall’Automobile Club Molise – Campobasso e Isernia.

Una macchina organizzatrice che ha dimostrato ancora una volta l’attaccamento alla terra di appartenenza, sottolineando a più riprese i sani principi sociali e sportivi che da sempre la contraddistingue. Appuntamento dunque al 2020 con l’obiettivo di migliorare ulteriormente una kermesse già ricca di contenuti importanti nella sua totalità, ringraziando nel frattempo tutti coloro che hanno appoggiato questo prestigioso progetto e tutti gli equipaggi partecipanti per aver reso vincenti gli sforzi effettuati in tutti questi mesi di meticolosa preparazione.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright