The news is by your side.

Vieste – PARCHEGGIO IN AREA PORTUALE, LA REGIONE SOSPENDE L’EFFICACIA DELLA PROPRIA DETERMINA D’INDIRIZZO ED ACCOGLIE LE ISTANZE DEL COMUNE

21

Sulla vicenda delle aree demaniali in ambito da portuale da adibire a parcheggio, è arrivata la sospensione dell’efficacia dell’atto dirigenziale, predisposto della Sezione Demanio e Territorio della Regione Puglia, che dettava gli indirizzi in materia ai comuni costieri. Lo stop è stato dato dalla stessa struttura regionale che aveva emesso la circolare in questione (n.18740/2019).  

Con un nuovo atto del 4 ottobre scorso, infatti, la dirigente ha sospeso l’efficacia del precedente provvedimento. A ciò si è arrivati, si spiega nell’atto dirigenziale, visto che “sono pervenute alla struttura regionale numerose sollecitazioni da parte dei comuni costieri finalizzate ad un approfondimento della tematica, vista la sussistenza di pareri statali piuttosto equivoci e di posizioni giurisprudenziali divergenti”. Tali rilievi dei comuni hanno portato ad una nuova interlocuzione della struttura regionale con l’Agenzia del Demanio per la Puglia e Basilicata che “si è determinata per l’acquisizione da parte della Direzione Generale del Ministero competente di determinazioni chiare ed univoche in materia, in modo da orientare l’azione comunale nel rispetto del vigente quadro normativo”.

“Un grande ringraziamento va all’assessore Raffaele Piemontese e ai suoi dirigenti che hanno sospeso il precedente atto dirigenziale – ha commentato il sindaco di Vieste, Giuseppe Nobiletti – per un maggiore approfondimento sulla questione ed accogliendo, dunque, le istanze del Comune di Vieste fondate sul parere dell’Avvocatura dello Stato del 27.02.2015, espressasi sulla stessa problematica relativa al porto di Bari”.  “Dimenticavo… ai custodi del sapere raccomando una maggiore prudenza prima di avventurarsi in scoop giornalistici o sermoni su fb”, ha aggiunto poi in riferimento ad una recente querelle su questo tema.

  


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright