Menu Chiudi

Arrivano le sospirate piogge e si ripropone il problema manutenzione della diga di Occhito. Consumi potabili garantiti per un anno con la dotazione idrica attualmente disponibile.

Le prime piogge rimettono in «moto» l’invaso di Occhito, inesauribile serbatoio in questi mesi di lauti consumi idrici. Per l’irriguo sono stati prele­vati circa cento milioni di me­tri cubi. Ora, si spera, può co­minciare il riempimento dell’invaso attualmente fermo a 101 milioni di metri cubi.

Ma il Consorzio di bonifica della Capitanata s’interroga sulla ve­tustà della grande diga, in fun­zione ininterrottamente da cin- quant’anni. «Avrebbe bisogno di un ciclo di manutenzione straordinario», dice il presi­dente Giuseppe De Filippo che toma a porre il tema di un’altra diga a valle, Piano dei limiti.