The news is by your side.

La Via Crucis ai tempi del coronavirus, Padre Franco Moscone: “I social amplificano la paura. Noi invochiamo il Signore”

43

Una Via Crucis speciale, nella cattedrale di Manfredonia senza fedeli e con il solo arcivescovo della Chiesa del Gargano in diretta streaming e sui social. “Cuori Svegli” il titolo della Via Crucis che ha visto questa sera il nostro Pastore pregare con e per il popolo garganico, grazie anche ai testi del prof. massimiliano Arena. Padre Franco Moscone ha ripercorso le 14 stazioni, intervallate da una preghiera ben precisa sul particolare momento che stiamo attraversando. L’emergenza sanitaria è stata al centro della celebrazione eucaristica. Il primo pensiero di Padre Franco è andato ai 23 sacerdoti dela diocesi di Bergamo deceduti con il coronavirus fino ad oggi. Poi ai medici, agli infermieri e a tutti gli operatori sanitari degli ospedali italiani che in questi giorni stanno lottando contro un nemico invisibile, e spesso sono costretti a farlo con mezzi e strumenti inadeguati.”Siamo tutti sfigurati davanti a questa emergenza che purtroppo non sappiamo quanto tempo durerà. Siamo tutti in confusione. Aiuatci Gesù, ci affidiamo tutti al Signore per passare indenni questo periodo, sperando di poter amare in modo nuovo quando tutto sarà passato. Questa quarantena imposta – ha aggiunto l’arcivescovo – ha dato senso alla quaresima. Stiamo riscoprendo nella privazione, il senso delle cose, il senso delle relazioni, della scuola. Lasciamo lavorare i nostri governanti, senza accusarli e senza criticarli, stanno facendo tanto sia a livello nazionale che qui in Puglia. I social amplificano la paura, noi invochiamo il Signore”.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright