The news is by your side.

Apricena/ Nascondeva 3 latitanti, arrestato. Avrebbe aiutato i tre ricercati finiti ieri in manette

30

Con l’accusa di avere aiutato i tre latitanti arrestati ieri, Francesco Scirpoli, Angelo Bonsanto e Pietro La Torre, mettendo loro a disposizione un casolare situato in una cava di Apricena, è stato arrestato Antonio Radatti, 55 anni di San Marco in Lamis.

Dovrà rispondere di favoreggiamento personale e procurata inosservanza di pena con l’aggravante mafiosa. Radatti, secondo gli inquirenti, ha favorito la latitanza dei tre ricercati, ritenuti elementi apicali dell’organizzazione mafiosa ‘Lombardi-Ricucci-Latorre’, un clan erede della batteria dei Romito.

Scirpoli e Bonsanto erano evasi lo scorso 9 marzo dal carcere di Foggia durante le violenti proteste. Pietro La Torre era ricercato da un anno perché doveva scontare una pena definitiva di 2 anni e 8 mesi per reati contro il patrimonio. Nel covo sono stati trovati radio ricetrasmittenti, telefoni cellulari, denaro contante e generi alimentari.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright